Skip to content

Givova Scafati, al PalaMangano arriva Treviso

Strelnieks: «Ogni partita è importante e anche questa dobbiamo affrontarla con il giusto atteggiamento»
Givova Scafati, al PalaMangano arriva Treviso

Secondo anticipo consecutivo di campionato per la Givova Scafati, che dopo il match di sabato scorso a Pistoia, domani sera, alle ore 20:30, ospiterà alla Beta Ricambi Arena PalaMangano la Nutribullet Treviso. Il team dell’Agro vuole mettersi alle spalle la sconfitta patita sette giorni prima in terra toscana e ritrovare dinanzi ai propri tifosi la vittoria, i due punti e la fiducia nei propri mezzi, provando a bissare il risultato della gara di andata dello scorso 5 novembre, quando al Palaverde si impose 87-97. Non sono mancati, neppure nel corso di questa settimana, alcuni acciaccati tra le fila scafatesi, con Robinson quasi completamente recuperato dal problema muscolare che lo ha costretto guardare i compagni in campo nelle recenti partite.

L’avversario

La Nutribullet Treviso arriverà in terra campana assetata di punti in chiave salvezza. I veneti, infatti, occupano la penultima piazza della graduatoria, in piena zona retrocessione. Sono terzi nella classifica dei rimbalzi offensivi (10,8 di media) e delle stoppate (2,9 di media), a riprova della imponente fisicità che contraddistingue la compagine biancoblù, seconda nella classifica dei falli subiti (20,8 di media). Dal punto di vista dei singoli, il centro Paulicap è secondo nella classifica dei rimbalzi offensivi (2,9 di media) ed in vetta a quella delle stoppate (1,7 di media). Il compagno Bowman è invece il giocatore più falloso del campionato (3,5 di media). La formazione è allenata da coach Frank Vitucci, che nel suo curriculum ha un importante trascorso scafatese, essendo stato il capo allenatore dal 2002 al 2004 in Legadue.

L’organico trevigiano, che dall’inizio della stagione ad oggi ha subito diverse variazioni, ha nell’ala lituana Olisevicius uno dei suoi uomini più rappresentativi (17,9 punti, 3,3 assist e 6,3 rimbalzi di media), seguito a ruota dal playmaker statunitense Bowman (13,3 punti di media) e dai connazionali Allen (12,7 punti e 4,8 rimbalzi di media), Robinson (10,8 punti e 4,4 assist di media), Harrison (10,6 punti di media) e Paulicap (7,8 punti e 7,8 rimbalzi di media). A costoro vanno aggiunti i vari atleti italiani e formati che completano il roster, come il playmaker Zanelli, l’ala Mezzanotte, il centro Camara e i giovani esterni Faggian e Torresani.

Le dichiarazioni

Il playmaker Janis Strelnieks: «Al di là della recente sconfitta, stiamo comunque attraversando un buon momento di forma ed in generale giudico positivo il cammino fin qui fatto in campionato, nella consapevolezza che abbiamo ancora ampi margini di miglioramento ed un passo alla volta dobbiamo continuare il nostro percorso di crescita. Ora siamo concentrati per affrontare al meglio la sfida contro Treviso, avversaria molto pericolosa che rispettiamo molto e contro la quale, al di là della prestazione, non possiamo permetterci di sbagliare: dobbiamo far nostra la posta in palio, anche semplicemente chiudendo con un punto in più al suono della sirena, mostrando il nostro miglior basket e cercando di limitare il loro imprevedibile gioco uno contro uno. Ogni partita è importante e anche questa dobbiamo affrontarla con il giusto atteggiamento, consapevoli di avere il vantaggio di giocare tra le mura amiche, dinanzi ai nostri calorosi tifosi che ci stanno aiutando ad arrivare quanto più in alto è possibile».

Leggi anche