Skip to content

La Givova Scafati cerca continuità in casa di Pistoia

Coach Boniciolli: «Dobbiamo confermare la nostra crescita»
La Givova Scafati cerca continuità in casa di Pistoia

Domani sera, ore 20:30, la Givova Scafati sarà impegnata sul parquet del PalaCarrara per affrontare l’Estra Pistoia, la squadra rivelazione del campionato di serie A, nell’anticipo della seconda giornata di ritorno. La compagine dell’Agro si è allenata duramente nel corso della settimana, con l’obiettivo di confermare l’ottimo stato di forma casalingo e per mostrare, lontano dalle mura amiche, un volto diverso da quello avuto nell’ultima trasferta. Ancora qualche dubbio è legato alla presenza in campo di Robinson e Pinkins, con il secondo leggermente avanti rispetto al primo nel percorso di ripresa dall’infortunio muscolare, che lo ha costretto a mancare alle gare ufficiali dell’ultimo mese.

L’avversario

Da neopromossa, la società ospitante ha avuto un impatto più che positivo con il massimo campionato, mostrando a più riprese di essere un gruppo solido e compatto, ottimamente allenato da un coach emergente come Nicola Brienza, sovvertendo ogni pronostico e disputando un torneo al sopra delle aspettative. La dimostrazione è data proprio dalla recente qualificazione alle Final Eight di Coppa Italia, avendo chiuso all’ottavo posto il girone di andata. Alla Beta Ricambi Arena PalaMangano, lo scorso 15 ottobre, ebbe la meglio per 85-77 la squadra all’epoca allenata da coach Sacripanti. Da allora ad oggi, entrambi i quintetti hanno cambiato tanto e la sfida a campi invertiti avrà sicuramente molto altro da raccontare. Il team biancorosso è quello che, tra tutte le squadre del campionato, commette meno falli in assoluto (solo 16,5 di media) ed è la squadra che subisce anche meno falli (solo 16,1). Dispone poi di un organico equilibrato e ben allestito, il cui faro è il playmaker Moore, che sta viaggiando a 18,1 punti (secondo miglior realizzatore del campionato) e 5,4 assist di media (terzo miglior passatore), subendo anche il maggior numero di falli (5,9 di media). Insieme a lui, stanno facendo ottime cose anche la guardia Willis (17,2 punti di media, con il 43,9 da tre punti), il centro Ogbeide (miglior rimbalzista dell’intera serie A con 8,6 di media e ben 10,9 punti), l’ala Hawkins (8,8 punti di media) e l’ultimo arrivato Blakes, ingaggiato per sostituire l’infortunato Varnado, vicino al pieno recupero da un brutto infortunio muscolare occorsogli a fine novembre scorso. A costoro, vanno aggiunti i vari atleti italiani e formati, come il playmaker Della Rosa, il centro Del Chiaro, la guardia Saccaggi e l’ala Wheatle: tutti atleti dal grande carisma, mossi dalla grande voglia di mettersi in mostra a questi livelli.

Le dichiarazioni

Il capo allenatore Matteo Boniciolli: «Stiamo attraversando un periodo positivo, che non può essere inficiato dal passo falso contro una formazione di grane valore come Tortona. Veniamo da quattro vittorie negli ultimi cinque turni, di cui una trasferta a Brindisi vinta in rimonta e tre incontri casalinghi in cui abbiamo mostrato una sempre maggiore autorevolezza. Ora andiamo ad incontrare la squadra più bella in termini di etica sportiva, perché Pistoia ha disputato fin qui uno straordinario campionato, con tanti italiani che provengono dal proprio vivaio, come Della Rosa e Del Chiaro, che giocano con un tale ardore in grado di compensare i propri limiti fisici o tecnici rapportati alla massima serie. Entrambe le contendenti vengono da un momento importante: Pistoia è reduce da una brutta sconfitta a Sassari; noi invece dobbiamo confermare la nostra crescita e, in un ambiente molto caldo come dello del PalaCarrara, i valori delle due squadre, sia cestistici che morali, verranno fuori sicuramente».

Leggi anche