Skip to content

Salernitana, una sconfitta a Napoli che non vale

di Alfredo Boccia
Candreva porta in vantaggio i granata sconfitti solo al 96' dai Campioni d'Italia
Salernitana, una sconfitta a Napoli che non vale

Una sconfitta 2-1 a Napoli per la Salernitana immeritata pe quanto visto sul campo e giunta solo al sesto minuto di recupero, dopo che i granata erano andati pure in vantaggio con la solita magia del mai domo Candreva. Zero punti che, comunque, non devono condizionare una squadra dell’ippocampo la quale ha ampiamente saputo fronteggiare l’avversario dimostrando di aver compreso la volontà dell’allenatore Inzaghi di scendere in campo con coraggio ed autostima.

Ed in virtù dei rinforzi alla rosa ormai imminenti, con il direttore generale dell’ippocampo Walter Sabatini pronto a regalare qualche colpo di mercato a sorpresa, ecco che per la società cara al presidente Danilo Iervolino questo girone di ritorno della serie A, ieri iniziato con la sconfitta ingiusta nel derby al Maradona, può essere davvero affrontato con la serenità utile a chi sa che solo e sempre sul campo deve conquistarsi la salvezza per essere anche nella prossima stagione al via del massimo torneo di calcio in Italia. Resta l’ultimo posto in classifica, ma con questa Salernitana il futuro può incutere meno paura.

Leggi anche