Skip to content

Inzaghi: «Portiamo a casa una brutta sconfitta»

L'allenatore della Salernitana ha parlato dopo il ko per 6-1 contro la Juventus
Inzaghi: «Portiamo a casa una brutta sconfitta»

«Andare in vantaggio quando giochi con la Juve al completo, non è semplice. Era difficile resistere. Noi siamo stati costretti a cambiare tantissimo. Veniamo da un periodo stupendo e non dobbiamo farcelo rovinare. Stasera ho dovuto fare anche dei cambi forzati. Portiamo a casa una brutta sconfitta ma dobbiamo ricordarci le partite con Milan e Verona. Domenica rientreranno Fazio e Candreva e dovremo dare seguito a quello che abbiamo fatto nell’ultimo periodo». Lo ha detto Filippo Inzaghi commentando a Sportmediaset il 6-1 con cui la sua Salernitana ha perso a Torino nell’ottavo di finale di Coppa Italia.

Sui rientri in vista della gara di domenica proprio con la Juventus, precisa: «Non ne recupereremo tanti, ma sono giocatori fondamentali – ha aggiunto il tecnico dei campani -. A Candreva e Fazio non potevamo chiedere di giocare anche oggi, sono troppo importanti per noi. Ho dovuto fare di necessità virtù e portiamoci quel che di buono abbiamo fatto, abbiamo dato minutaggio a chi aveva giocato poco. Se la Juve è questa, dovremo fare la partita perfetta come con il Milan per portare a casa qualcosa».

Si prospetta un gennaio difficile per la Salernitana: «Da quando sono arrivato io, partite facili nel calendario ce ne sono state poche – ha risposto Inzaghi -. Mi preoccupa poco l’avversario, è chiaro che se la Juve indovina la partita c’è poco da fare. Abbiamo dimostrato col Milan che se invece noi indoviniamo la partita possiamo mettere in difficoltà chiunque. La Juve so com’è, ho capito perché uno come Chiesa può anche non giocare nella Juventus. Speriamo che lo stadio ci possa dare una mano», ha concluso il tecnico dei granata.

Leggi anche