Skip to content

Salernitana, un’asta a quattro per l’attaccante Dia

di Sabato Romeo
Le clausole sono esercitabili fino al 19 gennaio
Salernitana, un’asta a quattro per l’attaccante Dia

«Improbabile che si facciano degli acquisti senza delle cessioni». Il manifesto rilanciato da Walter Sabatini nella sua conferenza stampa di presentazione traccia la strada del mercato invernale della Salernitana. Serve alleggerire i conti granata, incassare nuove risorse per colmare i passivi record degli ultimi due bilanci granata. Solo dopo sarà possibile rinforzare la squadra e tentare una nuova rimonta salvezza. Gli occhi sono proiettati ovviamente su Boulaye Dia. Le clausole da 21 e 22 milioni di euro, rispettivamente per i club europei ed extra-continentali. sono lì sul tavolo, esercitabili entro il prossimo 19 gennaio. L’Eintracht Francoforte è la squadra che ha preso informazioni e studia l’affondo. Il numero 10 granata però è tentazione anche per Milan e Fiorentina. Anche il Newcastle l’ha seguito dal vivo nella sfida con il Milan, mettendo nel mirino pure Pirola e Coulibaly. Il Sassuolo punta Bradaric e proverà ad inserire nell’affare Viti, dopo aver virtualmente salutato Zortea, promesso sposo del Frosinone.

Si ragiona, così come anche sul futuro di Pasquale Mazzocchi. Il dg Sabatini ha chiesto al Napoli un’offerta dignitosa che la Salernitana indica sui 4 milioni di euro. I partenopei si sarebbero spinti fino ad 1,5 milioni di euro, forti della volontà dell’esterno di Barra di accettare un possibile trasferimento. Stallo che potrebbe spingere la società di De Laurentiis a virare su Faraoni: saranno determinanti le prossime ore, complice la cessione di Zanoli in prestito al Genoa. Sempre dai partenopei non si sblocca la possibilità legata a Demme. Ajax e Anderlecht corteggiano Tchaouna ma il francese partirebbe solo in caso di offerta irrinunciabile.

Leggi anche