Skip to content

Salernitana, idea Kolarov come nuovo direttore sportivo

di Alfredo Boccia
Il serbo pronto a operare con Sabatini che ne ha apprezzato da sempre le doti
Salernitana, idea Kolarov come nuovo direttore sportivo

Se questo è l’effetto Sabatini, di nuovo benvenuto caro Walter. In una fredda serata la Salernitana all’Arechi si sveste di ogni ansia, gioca da squadra e si prende contro il Milan un punto che riscalda la mai doma torcida. Peccato, però, perché fino al novantesimo era vittoria granata, poi un 2-2 che sembra una sconfitta. Ora, in realtà, può iniziare un altro campionato per la Bersagliera che resta ultima ma si avvicina al Verona e vede più vicino l’Empoli terzultimo. Magia di una voglia matta da parte di Candreva e compagni, molla per fare ancor meglio. Con questi ingredienti, più la mano dell’esperto dg Sabatini, lo spettro della retrocessione in serie B può essere ragionevolmente allontanato. Ancor più con altri volti nuovi che potrebbero entrare a breve nella famiglia granata.

La volontà del presidente Iervolino, chiara, è quella di non lasciare nulla al caso e di operare per forgiare una squadra capace fino all’ultimo respiro di lottare per far restare pure nella prossima stagione sportiva l’ippocampo nell’Olimpo del calcio italiano. Resta sotto esame il tecnico Inzaghi, ma con serenità ora può preparare la sfida salvezza di Verona. E dopo la rescissione concordata del contratto con De Sanctis, accreditato come futuro ds è Kolarov, serbo ed ex difensore tra le altre di Inter, Roma, Lazio, Manchester City, Belgrado e Stella Rossa. Opererebbe con Sabatini che ne ha apprezzato le doti sia da calciatore (lo portò alla Lazio) che al corso per dirigenti a Coverciano con lezione proprio del neo dg granata.

Leggi anche