Skip to content

Salernitana, le nuove mosse di Inzaghi: trappola per l’Atalanta

di Sabato Romeo
Recuperato Coulibaly, ma Bradaric è in dubbio. Tentazione Martegani
Salernitana, le nuove mosse di Inzaghi: trappola per l’Atalanta

Concentrazione massima. Il silenzio del Centro Sportivo Mary Rosy per volare con la testa alla trasferta di Bergamo. Si sente appena il rumore del fischietto di Filippo Inzaghi al termine della seduta pomeridiana e il bus sociale impegnato in due corse per accompagnare i calciatori al ritiro scelto di Capaccio-Paestum. L’Atalanta sarà esame durissimo per la Salernitana, alla ricerca di certezze, alla riscoperta del proprio Dna battagliero tanto richiesto dal presidente Iervolino. Società e staff tecnico si aspettano ora delle risposte dalla squadra, esortata a cambiare volto ad una stagione difficile per provare a salvare non solo la serie A ma anche prolungare la propria esperienza in Campania. Così, oltre alle difficoltà già elevatissime per la portata del posticipo contro gli orobici lanciatissimi nella rimonta Champions League, l’attuale momento buio pesto rende l’ostacolo ancora più difficile da superare. Inzaghi però si affida al sacro fuoco del suo organico, da ritrovare e rinforzare attraverso le prestazioni.

In Lombardia, la Salernitana ritornerà al passato dal punto di vista tattico, con il 4-3-2-1 pronto ad essere rispolverato. Cambierà la disposizione in campo ma soprattutto muteranno tanti volti nello starting eleven. A partire da Bradaric, vicino ad alzare bandiera bianca e a saltare la sfida di lunedì. Il croato deve fare i conti con una distorsione alla caviglia sinistra rimediata giovedì e che pare più grave del previsto. L’ex Lille morderà il freno e diventa un punto interrogativo già anche per il big-match con il Milan. Inzaghi sarà costretto a dirottare Mazzocchi sulla sinistra, con Daniliuc terzino destro. In mezzo Gyomber e Pirola a protezione di Costil. Il terzetto a centrocampo invece apre a tanti ballottaggi. Spunta però soprattutto il sospiro di sollievo per il recupero di Lassana Coulibaly: il maliano ha superato le noie muscolari e agirà da mezzala destra.

Leggi anche