Skip to content

Un calcio all’omertà la medicina più utile. Nascondere la verità autogol che costa

di Alfredo Boccia
Un calcio all’omertà la medicina più utile. Nascondere la verità autogol che costa

Vigilare è il contrario dell’essere omertosi. Per questo, al di là del risultato negativo maturato sul campo a Firenze, anche se il 3-0 fa tanto male, serve guardare con realismo alla bontà di questa Salernitana nella migliore delle analisi ancora in stato di convalescenza. Tutt’altra storia è il procedere spediti verso la conquista della permanenza in serie A anche per la prossima stagione sportiva. Se la vittoria con la Lazio era un tassello importante, il passo falso in casa della Fiorentina lo è altrettanto. Urgono, insomma, rinforzi rispetto all’attuale rosa. Altrimenti potrebbero risultare non utili alla causa sia le capacità del tecnico Pippo Inzaghi che la buona volontà della stragrande maggioranza dei calciatori attualmente chiamati ad indossare la maglia dell’ippocampo.

Perchè, giova ricordarlo, in campo vanno anche le altre squadre e la classifica attuale detta che la Salernitana è meritatamente in fondo con tanto di maglia nera. Proprio l’essere il fanalino di coda, forse, può illuminare la proprietà del club ad agire ed a sacrificarsi ulteriormente per conservare la categoria e non svalutare il titolo sportivo, ma serve intervenire da subito e con adeguate professionalità non solo in chiave mercato. Senza perdere tempo ad interrogarsi sul perchè si fanno certe domande o chi le ispira. Temporeggiare, finora, non ha regalato risultati significativi. Ed i tifosi, sempre in campo a sostenere la squadra, come chi investe meritano un cambio di marcia per la rimonta in graduatoria utile a restare in serie A.

A volte la verità è sotto gli occhi e non la si vuole vedere. Non può pagare sempre e solo Danilo Iervolino perché, di questi tempi, gettare i soldi e le risorse dalla finestra è un peccato maggiore. Ma il patron non aspetti altro tempo. Vigilare e chiedere strategie mirate, quindi, è il contrario della non incisività di una fede annacquata.

Leggi anche