Skip to content

Eboli, sfida al Barcellona in Futsal Champions League

Samperi: «Abbiamo pescato avversari di assoluto livello e per noi ogni gara sarà come una finale»
Eboli, sfida al Barcellona in Futsal Champions League

Meno otto. Sono i gradi che hanno accolto il Città di Eboli in quel di Riga, Lettonia, dove domani alle ore 15 italiane (16 in Lettonia) aprirà il girone di Elitè Round di UEFA Futsal Champions League contro il Barcellona Futsal di Jesus Velasco. Una sfida da sogno per le volpi, se qualche anno fa qualcuno avrebbe pensato ad un match tra i rossoblù e i blaugrana probabilmente molti avrebbero sorriso pensando a un sogno lontano, ad una fantasia. Ma, oggi, quel sogno di giocare contro una delle squadre più forti d’Europa è ad un passo dal diventare realtà.

Se i sogni son desideri, il desiderio del presidente Gaetano Di Domenico di portare la sua Eboli nell’elitè del futsal europeo si è già realizzato, perchè arrivare per il secondo anno consecutivo tra le migliori 16 d’Europa è un qualcosa che non capita a tutti. Ora il sogno è diventato più grande, il desiderio è quello di andare oltre, di vedere cosa c’è al di là degli ostacoli dell’Elitè Round. La gara inaugurale sarà contro uno dei colossi di questo sport, il Barcellona Futsal, vincitore dell’ultimo campionato spagnolo e che nella sua storia ha alzato per ben 4 volte la Champions League, l’ultima non molto tempo fa, nella stagione 2021/2022.

Gli spagnoli arrivano in Lettonia con la voglia di tornare tra le Final Four della competizione, obiettivo mancato lo scorso anno, ma si presentano nell’Europa dell’Est con numerose assenze tra infortuni e squalifiche. Contro il Città di Eboli mancheranno Ferrao, Lozano, Gonzales e Yepes. Squalificato Pito. I catalani però restano comunque una corazzata, come dichiarato da giocatori e mister alla vigilia della gara, il Barcellona è arrivato in Lettonia con l’obiettivo di vincere tutte e tre le gare.

Il Città di Eboli, nonostante si ritrovi in uno dei gironi più difficili dell’Elitè Round e deve fare la conta con qualche assenza pesante, non arriva di certo in terra livonica per essere una vittima ma per dire la sua e lasciare un segno indelebile in questa campagna europea. Il primo a crederci è il tecnico delle volpi, che alla vigilia del match spiega come la scalata sia ardua ma non impossibile: «Penso sia il girone più difficile di questo Elite Round, abbiamo pescato avversari di assoluto livello e per noi ogni gara sarà come una finale. Ci siamo preparati per affrontare al meglio questa nuova campagna europea e, nonostante il valore indiscusso dei nostri avversari, sono sicuro che potremmo dire la nostra. Abbiamo voglia di fare bene e giocarci le nostre chances perché conosco la forza di questo gruppo e so che è capace di compiere grandi imprese. La prima sarà contro il Barcellona, una squadra che non ha bisogno di presentazioni e che affronteremo con grande rispetto ma con la voglia di ottenere un risultato positivo», le parole di mister Salvo Samperi.

Leggi anche