Skip to content

Salernitana, incognita Dia: è in dubbio per la Lazio

di Sabato Romeo
Escluse lesioni alla caviglia però il bomber rischia di saltare la sfida di sabato
Salernitana, incognita Dia: è in dubbio per la Lazio

Il sospiro di sollievo c’è. Nessuna lesione dei legamenti della caviglia destra per Boulaye Dia dopo la distorsione rimediata in Senegal durante gli impegni con la Nazionale. Esito degli esami strumentali però che non basta per avere la certezza di vedere il golden boy della Salernitana nella lista degli arruolabili per il match con la Lazio. Perché il numero 29 granata resta in forte dubbio per la sfida di sabato all’Arechi. Ieri l’attaccante è rimasto sul lettino dell’infermeria, alle prese con una lunga seduta di terapie per provare a mettersi alle spalle il dolore che lo attanaglia da giorni e provare a strappare almeno una convocazione. Percentuali al momento ridotte ma la fiammella della speranza resta accesa, da preservare attraverso il lavoro dello staff sanitario e una dose massiccia di buona volontà.

Il dejà-vù della scorsa stagione

Una sorta di dejà-vù per Dia. Perché poco più di un anno fa, la marcia d’avvicinamento alla trasferta dell’Olimpico iniziò con problemi al ginocchio che lo tennero a lungo sul filo del rasoio. L’antivigilia della sfida di Roma, nell’allenamento a porte aperte svolto all’Arechi, discusse animatamente con un preparatore dello staff di Davide Nicola che gli chiese di rallentare per evitare guai peggiori. Scelta accettata a malincuore ma che fu saggia. Dia recuperò, partì dalla panchina e mise il punto esclamativo sull’impresa della Bersagliera. Estasi granata e sogni di gloria. Umore e speranze opposte rispetto alla classifica mortificante del campionato in corso. L’eventuale defezione di Dia allargherebbe l’emergenza in attacco.

La probabile formazione

Sabato all’Arechi mancheranno Cabral (nonostante il capoverdiano spinga sull’acceleratore con vista sulla trasferta di Firenze con necessario però secondo ed ultimo cambio nella lista over) e Tchaouna. Gli attaccanti a disposizione restano Ikwuemesi, Simy, Botheim Stewart, quest’ultimo atteso oggi in città. Si fa largo dunque l’ipotesi 4-3-2-1, con il rilancio di Candreva e Kastanos alle spalle dell’unica punta che sarà Ikwuemesi. In mezzo al campo, si scaldano Botheim e Maggiore , con Lassana Coulibaly favorito sulla concorrenza per completare la mediana. Il maliano tornerà solo oggi in gruppo dopo i 95 minuti disputati lunedì nel pari amaro con la Repubblica Centrafricana. In difesa i due dubbi di formazione: il primo è legato al testa a testa Fazio-Gyomber per far coppia con Pirola . Ieri però l’argentino è rimasto ai box a causa di un virus gastrointestinale. Le sue condizioni verranno rivalutate oggi. Mentre il secondo è sulla scelta del terzino. Mazzocchi è inamovibile ma l’esterno napoletano agirebbe sulla destra in caso di rilancio di Bradaric, altrimenti chance sulla corsia mancina se Inzaghi dovesse optare per un marcatore tra Daniliuc e Gyomber.

La siztauzione di Ochoa

Oggi è previsto anche il ritorno di Ochoa: nuovi esami per il messicano ma lo stop per l’infortunio alla spalla è quantificato in un mese. Infine, sarà Alessandro Prontera di Bologna l’arbitro della sfida di sabato. Sette precedenti con la Salernitana, con bilancio di quattro vittorie, due pari e una sconfitta. L’ultimo incrocio rimanda alla trasferta di Pescara del 10 maggio 2021 con successo per 3-0 e promozione in serie A.

Leggi anche