Skip to content

Il maltempo frena la festa del Gran Carnevale Maiorese

Rinviata a martedì la sfilata dei carri allegorici il cui esordio era previsto per domani
Il maltempo frena la festa del Gran Carnevale Maiorese

L’allerta meteo per le avverse condizioni meteo diramata in questo weekend fa slittare a martedì la sfilata dei carri allegorici del Gran Carnevale Maiorese il cui esordio era previsto per domani 11 febbraio. E così bisognerà attendere ancora qualche giorno per scoprire le opere realizzate in questi mesi dai maestri cartapestai di Maiori il cui assemblaggio prima della sfilata richiede tempo e condizioni di sicurezza che in presenza di vento forte non sono garantite.

Il maltempo ha costretto Comune e organizzazione a rinviare anche alcuni evento collaterali. Tra questi La notte dei presidenti che si svolgerà venerdì 16 febbraio, e il Gran Carnevale Maiorese Experience ovvero il Mapping 3d immersivo in cui poter ammirare la storia del Gran Carnevale Maiorese in un’esperienza unica nel suo genere che, per effetto delle avverse condizioni meteo, si terrà presso il Palazzo Mezzacapo nei giornate di martedì, venerdì, sabato e domenica della prossima settimana.

L’annullo filatelico in programma domani, così come annunciato, sarà rilasciato dagli operatori di Poste Italiane presso l’androne di Palazzo Mezzacapo dalle ore 10.30 alle ore 17.30.

Per il resto il programma non subirà ulteriori variazioni. Piuttosto si implementa di una nuova iniziativa dedicata all’ambiente e alla sostenibilità. A Maiori nei giorni del Carnevale sarà presente anche Leandro Leo che dallo scorso ottobre sto girando tutta l’Italia in bicicletta, seguendo la costa (ad oggi ha percorso 2500 km su 8000, per ripulire le spiagge (ad oggi più di 1400 kg rimossi di rifiuti, coinvolgendo circa 300 persone e ripulendo 40 km lineari), parlando nelle scuole per sensibilizzare sui principali problemi ambientali e sull’inquinamento dei mari e delle spiagge (ad oggi parlato in 15 scuole a circa 1500 bambini e ragazzi dalle elementari al liceo) e incontrando tutte quelle realtà che con i loro progetti stanno contribuendo a salvaguardare il pianeta.

Leggi anche