Skip to content

Salerno, il “tenore in divisa” anima la festa di San Michele Arcangelo

L'assistente capo della polstrada Damiano Lanzalotti ha eseguito "Dolce sentire" e la preghiera del poliziotto
Salerno, il “tenore in divisa” anima la festa di San Michele Arcangelo

Una nuova affermazione per il “tenore in divisa” come viene definito l’assistete capo della polstrada Damiano Lanzalotti. Alla presenza dell’arcivescovo di Salerno, monsignor Andrea Bellandi, del prefetto Francesco Russo, del questore Giancarlo Conticchio, del generale Oriol De Luca, comandante provinciale della guardia di Finanza, del colonnello Filippo Melchiorre, al comando dei carabinieri della provincia di Salerno, l’assistente della polizia stradale, in divisa, ha animato la messa liturgica, con un’esibizione che ha emozionato tutti i presenti. Accompagnato al violino dal maestro Daniele Gibboni e all’organo dal maestro Anna Nicolino, particolarmente apprezzati il canto “Dolce sentire” e la preghiera del poliziotto, seguito da un caloroso e lungo applauso. Una festa in onore di San Michele Arcangelo, protettore della polizia di stato, indimenticabile, grazie anche alla partecipazione di 120 studenti dell’istituto comprensivo Barra. Il questore Conticchio ha rivolto parole di ringraziamento a tutti i partecipanti e in particolar modo agli artisti che si sono esibiti. Per Lanzotti un nuovo successo che si associa ai tanti che ha ricevuto in anni di carriera artistica.

Leggi anche