CIBO E SALUTE

Pizza e diabete, si può a Salerno da Ciripizza

Si è concluso il ciclo dei tre incontri incentrati sul tema “Pizza e diabete: si può?”, progetto nato grazie alla collaborazione tra il gruppo Nefrocenter Research, l’Azienda ospedaliera universitaria “Luigi Vanvitelli” ed il noto brand Ciripizza. Ieri sera a Salerno, nel locale in via Conforti, si è tenuta l'ultima degustazione di un impasto per cui la pizza non risulterà, mai più, un tabù per una persona affetta da diabete. Il progetto ha visto protagoniste 50 persone con le quali si è dato vita a una sperimentazione medico-scientifica e che ora saranno l'elemento centrale di un lavoro di ricerca made in Campania ma con ricadute positive per tutte le persone ovunque affette da diabete. Lo staff di Ciripizza nell'ultima serata ha utilizzato un impasto differente rispetto a quello dei primi due appuntamenti e più congeniale a chi è affetto da diabete.