«Se funziona Velia va bene il Cilento» 

Lettera aperta di Genius Loci in occasione dell’unione gestionale con Paestum

«Se Velia funziona, tutto il territorio va bene». È l’appello che viene lanciato agli amministratori locali e ai cittadini da Genius Loci Cilento in vista dell’ufficializzazione, il prossimo 5 febbraio con pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale e due giorni dopo con l’insediamento ad Ascea di Gabriel Zuchtriegel, della gestione unica tra i due parchi archeologici. In una lettera il presidente dell’associazione Giuseppe Di Vietri ha scritto: «È un primo passo di un percorso che deve vederci tutti interessati, attivi e partecipi perché se Velia funziona allora funziona tutto il territorio e perché le entusiastiche speranze riposte in tale nuovo assetto non debbono farci cadere nell’inganno di ritenere che questo accorpamento con Paestum possa cambiare le sorti di Elea-Velia con la bacchetta magica. - si legge - Se non cambiamo noi, se non cambia l’ecosistema, a partire dai decisori pubblici che avranno l’onere principale di attivarsi e di attivare, ponendosi come creatori di contesto in un percorso di definizione strutturale degli assetti, degli obiettivi e degli strumenti attorno a prospettive d’area di lungo periodo». Nella missiva che ha avuto anche ampia diffusione sui social trovando da subito il massimo consenso della popolazione locale si scrive ancora: «Il giorno 7 febbraio si avvia questo percorso e con la presente lettera aperta l’associazione Genius Loci Cilento si rivolge innanzitutto ai sindaci dei Comuni che nel 2016 sottoscrissero il “Protocollo di Intesa per la manutenzione ordinaria e al promozione dell’area archeologica di Velia nonché per la valorizzazione integrata delle risorse territoriali” ma anche ad altri primi cittadini nonché auspicando una partecipazione del tessuto sociale, imprenditoriale, professionale, del terzo settore perché la sfida - si conclude la lettera - che ci attende è ardua e avvincente, ricca di difficoltà e di opportunità, ed è una sfida a cui non possiamo sottrarci e che anzi dobbiamo affrontare con ambizione e responsabilità, con forza, determinazione, cuore e coraggio, soprattutto noi giovani». (nic.sal.)
©RIPRODUZIONE RISERVATA