Sbarcarono a Salerno Ora diventano attori in un corto sul mare 

Iniziate alla piscina Vitale le riprese del docufilm “Deep” Il sindaco: «Il Mediterraneo non sia mai più un cimitero»

SALERNO . Per cinque giorni Salerno si trasforma in un set cinematografico per il docufilm “Deep”, un cortometraggio nato dal progetto Blue Helmets of the Sea, promosso dall’Istituto superiore Santa Caterina da Siena-Amendola e vincitore del bando MigrArti per l’anno 2018. Ieri è stato presentato a Palazzo di Città dalla presidentessa mondiale Cmas (la federazione mondiale degli sport subacquei) Anna Arzhanova, dal consigliere del Mibact-MigrArti Paolo Masini, dal segretario generale dell’Anvcg (Associazione nazionale vittime civili di guerra) Roberto Serio, dal produttore esecutivo Giuseppe Milazzo Andreani, da Stefano Testini organizzatore del progetto, dall’assessore alla Pubblica istruzione Eva Avossa e dal sindaco Vincenzo Napoli.
Ieri mattina il primo ciak alla piscina comunale “Simone Vitale” e poi nella casa famiglia della cooperativa Prometeo. Sono diciannove gli attori impiegati nel cortometraggio: la trama si snoda intorno alle storie di quattro protagonisti, tutti giovani extra comunitari che sono arrivati a Salerno durante alcuni sbarchi. «Si intitola “Deep - Profondo” perché andiamo a scavare nel profondo del mare ma soprattutto nel profondo dei nostri protagonisti che sono i migranti – ha spiegato il produttore Milazzo Andreani – Si parla dell’arrivo in Italia di questi ragazzi e della loro voglia di restare a tutti i costi nel nostro paese. Dopo tutto quello che hanno subito sono riusciti ad integrarsi e lo scopo è quello di andare a ritroso nelle loro storie e poi collegarli al mare che è la forza di questo documentario». Il progetto racchiude immagini reali e immagini di fiction in cui il mare è il punto di forza del corto che si pone, tra gli obiettivi, di far riappacificare i giovani migranti con il mare dopo la tragica esperienza della traversata. Il film sarà presentato alla Mostra del cinema di Venezia e successivamente sarà distribuito in tutte le sale cinematografiche italiane. Questa mattina, intanto, dalle 7 alle 10 il cast girerà alcune scene all’interno del mercato rionale di Torrione e dalle 11 alle 13 si sposterà nel campo di calcio della scuola Santa Caterina. Domani per tutta la giornata le riprese si svolgeranno nei pressi di Marina d’Arechi e il gran finale si terrà sulla spiaggia del Villaggio del Sole per girare la scena più importante: un falò vicino al mare dove gli attori si riuniscono per raccontare le proprie esperienze. «Il nostro Mediterraneo non deve essere più un cimitero – ha detto il sindaco Napoli – ma un luogo di unione per i paesi che si affacciano su questo bacino storico così importante per l’umanità. Credo che questa ulteriore spinta di conoscenza, di coesione, collaborazione e integrazione sia un fatto di grande importanza che mette i ragazzi in condizioni di potersi esprimere».
Elvira Cuciniello
©RIPRODUZIONE RISERVATA.