L'EVENTO

San Marzano, “Piantalo! Ripartiamo dalla terra” l'iniziativa a difesa del pomodoro

Ospiti d’onore il Maestro Beppe Vessichio, Ciro Giustiniani e Lucia Rea

“Piantalo! Ripartiamo dalla terra”: l’evento si svolgerà la mattinata del 30 aprile con collegamento diretto dai Giardini del Pomodoro San Marzano in Contrada Faricella a Sarno. Ospiti d’onore il Maestro Beppe Vessichio, Ciro Giustiniani e Lucia Rea. L’iniziativa è a cura della DANIcoop, società cooperativa agricola (operante sul mercato attraverso il brand Gustarosso) la quale, ormai da anni, protegge e tramanda la tradizione del pomodoro San Marzano non soltanto tutelando gli agricoltori e la terra, ma anche promuovendo la biodiversità dei prodotti locali.

“Piantalo! Ripartiamo dalla terra” si terrà in diretta streaming dalle ore 10 con il coinvolgimento delle scuole che attraverso il collegamento alla diretta potranno avvicinarsi al mondo contadino e scoprire come avviene il trapianto del Pomodoro San Marzano con attrezzi antichi e saperi che si tramandano di generazione in generazione. La diretta sui social servirà a condividere uno dei momenti più importanti nella vita del pomodoro San Marzano: la semina. L’evento vedrà la partecipazione del Maestro Beppe Vessicchio , dell’attore comico di “Made in Sud” Ciro Giustiniani e di Lucia Rea, figlia dello scrittore Domenico Rea ed autore del libro “Re Pomodoro”. Per l’occasione sarà lanciato anche il contest “PIANTALO. RIPARTIAMO DALLA TERRA: Piantiamo un seme per il futuro dei nostri figli” che prevede la condivisione di foto e video dei followers invitati a piantare e seminare sul balcone o nell’orto di casa.

La partecipazione è rivolta a chef, piazzaioli o semplici appassionati del cibo di qualità che potranno seguire l’evento sulla pagina Facebook oppure sul canale YouTube del brand Gustarosso. Il mese di aprile è un mese cardine per la vita agricola: la natura si risveglia, il clima diventa più caldo e la terra si prepara ad accogliere le piantine. L’auspicio della Cooperativa DANIcoop è quello di risvegliare, sia negli adulti che nei più piccoli, lo spirito di appartenenza verso la madre terra valorizzando l'agricoltura nella Valle del Sarno. Solo preservando il nostro ambiente si potrà garantire un futuro radioso alla nostro territorio, ai tempi considerato “Campania Felix”.