IL PERSONAGGIO

Princess Bee, la stella della tv di Dubai è salernitana

Benedetta Paravia regista e conduttrice di un programma dedicato alle donne

SALERNO. Incastonata tra mare e deserto, Dubai sembra aver incoronato in quest’ultimo periodo una nuova regina della tv locale, che col mondo arabo, però, condivide solo il fascino e i tratti orientaleggianti. A campeggiare sui cartelloni pubblicitari dei grattacieli e nei quotidiani di tutti gli Emirati è infatti la salernitana Benedetta Paravia, produttrice, cantante e artista, oltre che figura di rilievo in campo filantropico e umanitario. Figlia dell’imprenditore Vittorio Paravia, Benedetta (in arte Princess Bee) si è stabilita a Dubai nel 2002, raccogliendo fin da subito il favore delle istituzioni locali e lavorando in un rapporto di stretta collaborazione con gli enti culturali e politici degli Emirati. Il suo ultimo progetto televisivo, “Hi Dubai”, che la vede coinvolta nella triplice veste di ideatrice, regista e conduttrice, le ha permesso di acquisire una notorietà senza pari per un’italiana nel mondo arabo: trasmesso su Dubai One (il primo canale della tv di Stato), il format della Paravia ha raccontato in 7 episodi le storie vere di 24 protagoniste femminili, 12 emiratine e 12 straniere, mostrando il lato autentico nel ruolo delle donne negli Emirati, e ponendosi a significativa distanza dalle polemiche della vicina Arabia Saudita. Storie di emancipazione e realizzazione personale che mirano a restituire un’immagine nuova e scevra da pregiudizi sulla vera condizione femminile nel Paese. Da molti anni personaggio di riferimento per i legami politici e culturali tra Italia e Emirati Arabi Uniti, Benedetta Paravia si è adoperata in numerosi progetti di scambio e valorizzazione del patrimonio di entrambi i paesi: dal 2005 è project manager di “The Intercultural Project” in collaborazione con Fondazione Antonio Genovesi Salerno. L’impegno umanitario della Paravia si è più volte tradotto negli anni in partecipazioni a progetti di pace e interventi di sensibilizzazione. Nel 2008 fonda “Angels Onlus”, associazione no profit a sostegno e protezione di bambini in difficoltà in zone a rischio; è stata coinvolta in prima persona, in missioni di pace con l’Esercito italiano in Kosovo e Libano. Benedetta Paravia nel 2006 è stata l’autrice di “Angels”, prima e unica canzone ad aver mai ricevuto il patrocinio Unesco: dedicata alla memoria di due ragazze, una palestinese l’altra israeliana, vittime di attentato terroristico, “Angels” è stata premiata per aver promosso la pace e la solidarietà tra le popolazioni.
Pietro Marchesano