LA SATIRA

Peppafè, il vignettista che prende in giro i vip

L’angrese Giuseppe Afeltra sta ottenendo successo sul web e non solo: con il disegno cerco di lanciare messaggi positivi

ANGRI - Il giovane vignettista e giornalista angrese Giuseppe Afeltra, in arte Peppafè, ha partecipato alla prima edizione di “UniComics - Satira e Politica - Festival del fumetto di parte” svoltosi presso l’aula studio “Dusmet” della Facoltà di Scienze Politiche di Catania. Una tre giorni, organizzata dagli studenti universitari, che ha visto una mostra permanente con più di cento opere, banchetti espositivi con trenta artisti provenienti da tutta Italia e non solo, case editrici e presentazione di libri, workshop tenuti dai docenti dell’Accademia delle Belle Arti, spettacoli teatrali e dibattiti sulle tematiche delle migrazioni, dell’emergenza climatica, delle contraddizioni di genere del mondo dell’illustrazione, dei populismi e neofascismo e su lotte e rivoluzioni. Ospiti d’eccezione il vignettista ZeroCalcare ed Eddi, l’ex combattente YPJ in Siria del Nord. Tra gli altri artisti presenti anche Chiara Rapaccini di Amori Sfigati, Gianluca Foglia Fogliazza, Vermi di Rouge, La Zecca-Tigre, GLMart - Giuseppe La Micela, Alagon, Be Folko, Urka, Lou Cilio - Satira a matita e tanto altri ancora. «Sono davvero felice di aver vissuto questa esperienza molto emozionante e formativa che ha rafforzato la passione per la satira e il mio impegno civile», ha commentato Giuseppe Afeltra che ha cominciato a disegnare satira, in occasione dell’attentato alla redazione di “Charlie Hebdo”, partendo dalle elezioni amministrative nella sua Angri a seguito delle quali ha pubblicato il libro “SatirAngri - Je suis le sindachè”. Ormai da anni pubblica le sue vignette sulla politica nazionale e internazionale sulle sue pagine social Facebook ed Instagram e collabora con le pagine Latinismi e Vignettisti per la Costituzione. Alcune sue opere sono state riprese media nazionali e da alcune pagine social di satira internazionale. Un’attività che parte da lontano e da una sfrenata attenzione verso il disegno come espressione di creatività e arte. «Ho sempre avuto la passione per il disegno, ma ho ripreso in modo continuativo da quasi cinque anni a questa parte a seguito dell’attentato da parte di ex combattenti Isis contro la redazione di Charlie Hebdo a Parigi - spiega PeppeAfè - essendo appassionato di politica ho cominciato a dedicare vignette satiriche ai vari candidati delle elezioni amministrative che si sono tenute ad Angri nel 2015, non disdegnando anche politici nazionali ed eventi e personaggi internazionali come Trump, Erdogan e Merkel». Le pubblicazioni del vignettista angrese sono pubblicate sulla pagina Facebook: «Da semplice appassionato e credendo che questo sia un vero e proprio impegno civile ho visto, con grande stupore, diverse mie vignette pubblicate su testate nazionali come quella sull'attentato a Nizza su Huffington Post, quella sulla tragedia dell’hotel Rigopiano, condivisa dall’ex sindaco di Amatrice Pirozzi e sulle testate online di Messaggero e Unità», chiosa Giuseppe Afeltra che poi svela anche qualche particolare episodio: «Per diverse vignette su Salvini sono stato bloccato sulla sua pagina ufficiale e lo possono ritenere un attestato di stima. San Giovanni Battista, Alberto Angela, Sgarbi, Careca, Emma Marrone sono stati protagonisti delle mie vignette e ai quali sono arrivate direttamente, via web o via etere».

Luigi D'Antuono