L'EVENTO

Notte bianca dei musei, a Salerno porte aperte sull’arte

Domani numerosi gli appuntamenti per ammirare da vicino e in orari insoliti preziosi tesori

SALERNO - Trascorrere una notte in un museo fa subito immaginare la storia di Larry Daley, interpretato da Ben Stiller che trova lavoro come guardiano notturno al Museo di Storia Naturale di New York e salva così il rapporto già difficile con il figlio. Invece, per chi decide di approfittare dell’iniziativa del Ministero della Cultura, lo scenario è quello di bellezze storiche e artistiche, oltre a naturalistiche e archeologiche, che si aprono nel cuore della notte. Sabato, infatti, torna in Italia la “Notte Europea dei Musei”. L’iniziativa, che si svolge in contemporanea in tutta Europa, prevede l’apertura serale straordinaria e l’ingresso dei principali musei, complessi monumentali, parchi e siti archeologici statali al costo simbolico di un euro.

Una bella opportunità per entrare nei luoghi della cultura salernitani e ammirare i capolavori in un orario insolito quale quello notturno. Tra i musei aperti in provincia di Salerno c’è il Museo archeologico nazionale di Volcei “Marcello Gigante” di Buccino, aperto straordinariamente dalle ore 19 alle ore 22 (info: 0828 952404); in Costiera Amalfitana la Villa Romana di Minori, in occasione della Notte Europea dei Musei, prevede un’apertura straordinaria dalle ore 19.30 alle ore 22.30 (info: 089 852893); nel Vallo di Diano apertura serale straordinaria anche quella del Museo Archeologico di Sala Consilina, sempre dalle ore 19 alle ore 22 (info: 0975 22026) e infine a Salerno capoluogo resterà aperto fino alle ore 22 anche il Complesso Monumentale San Pietro a Corte (info: 089 318174). A Pontecagnano Faiano, invece, il Museo archeologico nazionale, in collaborazione con il Comune, accoglierà il pubblico con una serata - evento che mette in risalto il patrimonio archeologico degli Etruschi di frontiera attraverso la danza contemporanea. Dopo il successo delle iniziative legate alla contaminazione tra l’archeologia e le diverse forme di arte e di espressione artistica, ci sarà l’esibizione degli artisti alle ore 20 e alle ore 21 con performance di danza contemporanea a cura dell’associazione Borderline Danza.  A coordinarli sarà il coreografo Claudio Malangone, con cui il Museo ha messo a punto la rassegna “Map che danza!”, con la partecipazione di Campania Danza della coreografa Antonella Iannone. La serata proseguirà con un aperitivo e degustazione di prodotti locali.

Tornano le aperture straordinarie serali anche al museo e all’area archeologica di Paestum e all’area archeologica di Velia, limitatamente agli spazi accessibili e illuminati. A Paestum, il direttore Tiziana D’Angelo, accompagnerà il pubblico in una visita nel Santuario meridionale sulle orme del Grand Tour con l’aiuto di piccole lanterne. A Velia il vero protagonista delle visite tematiche sarà il porto antico e, in particolare, il rapporto che da sempre ha legato la città con il mare. La visita tematica si concentrerà nella città bassa, ovvero nel quartiere a ridosso della spiaggia antica, e sarà a cura dell’archeologo Francesco Uliano Scelza. Sempre domani resteranno aperti pure il Museo Archeologico della Lucania Occidentale di Padula e il Castello Arechi (ingresso simbolico di un euro) di Salerno fino alle ore 22, mentre la Pinacoteca Provinciale di Salerno fino alle ore 24.

Marianna Vallone