Libro sospeso, il contagio della lettura 

Nonostante lo stop dettato dal Covid-19 le librerie indipendenti continuano a proporre l’iniziativa ma sfruttando i social

SALERNO . Di “sospeso” in queste ultime settimane è il tempo, ma anche il fiato della cultura. Cinema e teatri chiusi aprono online mettendo a disposizione su internet spettacoli e film inediti. L’obiettivo è impiegare le ore a casa ma anche far sentire la gente meno sola. Tra le proposte di servizi gratuiti, si moltiplicano quelle con ebook e riviste gratis messe a disposizione da aziende e case editrici. Ad aderire all’iniziativa offrendo i loro servizi in maniera gratuita così da portare sostegno sono soprattutto le grandi società, ma le piccole librerie e case editrici indipendenti guardano al futuro e lanciano un’iniziativa, quella del “libro sospeso”. «Questo ci permetterà di prendere le distanze da un presente che è buio, proiettandoci in avanti, utilizzandolo per costruire, perché le nostre attività possano continuare a essere parte viva e fondamentale della società, creando inoltre una rete di collaborazione che supporterà ulteriormente la ripresa delle attività dopo che questa emergenza sarà finita». Librerie ed editori fanno rete chiedendo di acquistare un libro ora e sostenere le attività indipendenti. «Il nostro tempo, in questo momento, sembra essere sospeso. - spiegano gli ideatori, riuniti nella pagina Facebook “Librosospeso” - Ciascuno di noi è chiamato a ripensare il proprio agire, nel rispetto delle regole e seguendo il buon senso in un’ottica lungimirante, che non pensi solo all’uno, ma sia accogliente per tutti e che si riveli utile a trasformare questo tempo in una possibilità per costruire condividendo intenti e speranze. Forse si concretizzerà nel medio termine ma nell'immediato, nell'ora, può restituirci sostegno immediato, comunanza e soprattutto speranza». Dietro l’iniziativa c’è una rete di case editrici e librerie indipendenti per bambini e ragazzi che, in conseguenza e in ottemperanza del Dpcm del 11 marzo 2020, ha deciso di accogliere le disposizioni del Governo e la richiesta di chiudere le attività commerciali per limitare e fermare la diffusione incontrollata del contagio da Covid-19, nata dall’intento comune di dare una risposta concreta e responsabile, rinunciando, pertanto, alle consegne a domicilio e alle consegne tramite corriere. L’idea è quella di recuperare quella del libro sospeso. «Più ci ragionavamo, più ci sembrava una delle possibili risposte da attuare. - spiegano - In essa troviamo coerenza con le direttive del Governo e una visione nell’ottica di condivisione e di sostegno reciproco. Ci sembra una modalità costruttiva che tutela, inoltre, il lavoro di tutti i protagonisti della filiera del libro». Per partecipare all'iniziativa basta andare sulla pagina Facebook che è stata dedicata all’iniziativa - Libro Sospeso 2020 - dove saranno promossi i titoli degli editori aderenti, tra cui anche le novità in uscita alla riapertura delle librerie, che i lettori potranno acquistare e/o prenotare come #librosospeso in una delle librerie aderenti. L’elenco è pubblicato sulla stessa pagina e costantemente aggiornato. I lettori avranno così modo di chiacchierare con i propri librai di fiducia e di avere uno sguardo d’insieme e ragionato sui cataloghi e sulle novità degli editori aderenti all’iniziativa.
«Il progetto - spiegano gli ideatori - è stato, finora, proposto a casa editrici e librerie indipendenti che abbracciano il nostro sentire. L’adesione, però, è aperta a altri editori e altre librerie indipendenti che condividono la nostra stessa visione». Sono decine finora le case editrice e altrettante librerie ad aver aderito in tutta Italia e naturalmente non mancano quelle salernitane. Un buon modo per guardare al futuro anche in un periodo segnato dalla sofferenza.
Marianna Vallone
©RIPRODUZIONE RISERVATA.