La mela annurca picentina conquista i fotografi 

San Mango Piemonte, Pro Loco e Comune premiano gli scatti a tema provenienti da ogni parte d’Italia

Conquista ogni parte d’Italia, il contest fotografico “MelaFoto”. Arrivano da ogni dove i duecento scatti che hanno preso parte al concorso dedicato alla mela annurca. Da ogni parte d’Italia sono arrivate alla Pro Loco fotografie che rappresentano il prelibato prodotto agricolo del territorio, nell’ambito del concorso ideato da Nicola Vitolo che da tempo promuove le eccellenze dell’area dei Picentini, particolarmente ricca della produzione della mela annurca.
Attraverso il sostegno del Comune guidato da Francesco Di Giacomo si è tenuta la prima edizione del concorso fotografico “MelaFoto”, svolto attraverso le piattaforme online. L’evento, coordinato dall’architetto Silvio Cossa, ha premiato le foto più belle presentate al concorso pervenute da tutto il territorio nazionale che vogliono celebrare e promuovere uno dei prodotti tipici più rappresentativi dei nostri territori. La giuria ha esaminato decine di elaborati, svolgendo un lavoro altamente qualificato e professionale.
La Pro Loco promuove tantissimo il territorio sotto l’aspetto culturale e gastronomico attraverso diverse iniziative, tra le quali rientra anche “MelaFoto”, un contest fotografico con partecipanti di tutta Italia. Alla fase di iscrizione al concorso di foto avente ad oggetto la mela e la sua intera filiera, terminata il 30 novembre, è seguita la fase di valutazione delle immagini di una giuria tecnica e quindi quella dei "like" social alle foto finaliste. All’ultimo round sono arrivate ben 34 fotografie.
E il primo classificato, Michele Pedone, di Torre del Greco, s’è aggiudicato una targa e la possibilità di godersi un pranzo per due persone a base di mela in una struttura di ristorazione locale. La medaglia d’argento è andata a Sebastiano Verde, di Pozzuoli: è stato premiato con una targa e con una torta a base di mela preparata da laboratorio pasticceria locale. Al terzo posto c’è Salvatore Brontolone, anche lui di Pozzuoli, che riceve una targa ed una confezione liquore a base di mela. E poi due menzioni speciali. La prima a Rosaria Schettini di Giffoni Sei Casali, per la foto “Donne nel melaio” e alla “Pro Loco Piatto Biella” per la foto “Melagioco”.
Piero Vistocco
©RIPRODUZIONE RISERVATA