La preside Laura Cestaro

L'OPEN DAY

L'istituto "Mattei" di Eboli si apre al territorio

Domenica sarà possibile visitare aule e laboratori della scuola guidata dalla preside Laura Cestaro

EBOLI -  Laboratori, innovazione e tecnologie sono i valori fondanti dell’istituto tecnico "Enrico Mattei" di Eboli che nel fine settimana aprirà le sue porte alla comunità salernitana.
Domenica 21 gennaio, dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19.30, sarà infatti possibile accedere ai locali della scuola, visitare aule e laboratori, assistere a proiezioni e a mostre che raccontano la storia del plesso della Piana del Sele.
In occasione dell’Open day si celebrerà anche la festa del Piano nazionale della scuola digitale con la quale il "Mattei" si apre al territorio promuovendo iniziative, esperienze e percorsi per genitori, studenti e tutto il personale scolastico. Gli studenti illustreranno le buone pratiche realizzate dalla scuola, tra cui le attività di coding svolte dal Young Digital team, composto da alunni dell’istituto che, negli ultimi mesi, hanno visitato le scuole del territorio con l’obiettivo di diffondere il pensiero computazionale attraverso attività ludico/didattiche, utile sia per la crescita individuale che per la competitività e lo sviluppo.
“L'obiettivo è ampliare l'offerta formativa attraverso la flessibilità, l'innovazione, l'internazionalizzazione, la sperimentazione di nuovi percorsi metodologici - dichiara la dirigente scolastica del "Mattei-Fortunato", Laura Cestaro -, lo sviluppo delle competenze digitali e del pensiero computazionale progettando formati e modelli didattici creativi, aperti anche alle sfide globali nell'ottica della valorizzazione dell'alternanza scuola lavoro, dell'enfatizzazione delle risorse del territorio e delle opportunità offerte dalla ricerca, senza trascurare l'utilizzo critico e consapevole dei social network e dei media nonché alla produzione di legami con il mondo del lavoro. Il nostro scopo è l'inclusione e la formazione di cittadini consapevoli delle notevoli opportunità formative e lavorative offerte dal territorio".
Servizi aeroportuali con i dirigenti dell'aeroporto "Salerno-Costa d'Amalfi" per l'alternanza scuola/lavoro, droni, pilotaggio remoto e relativa legislazione, scuola di paracadutismo e accademia militare: le risorse del territorio saranno protagoniste a scuola per condividere obiettivi formativi e scenari di futuro lavoro.
Numerose sono le eccellenze dell’istituto: vittorie a gare e olimpiadi nazionali, numerosi 100 e 100 e lode, alunni diplomati in stage all'estero in attuazione dell'Erasmus + . A loro, per questo, è già rivolto lo sguardo delle numerosissime e prestigiose aziende partner del "Mattei-Fortunato" come la LGM di Caserta, l'Alenia, la Tesi, la Comat, la Cormidi: tutte a pochi chilometri da Eboli e Bellizzi. Alcune tra queste realtà hanno già assunto i neo diplomati dell'istituto con contratti regolari.

Dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18 sarà invece possibile vivere dal vivo le attività dell’istituto professionale "Aldo Moro", da quest’anno con indirizzo Servizi per la Sanità e l’Assistenza Sociale, secondo il decreto attuativo della legge 107 del 2015. Un nuovo indirizzo che risponde meglio alla notevole presenza del terzo settore sul territorio ed apre ulteriori scenari lavorativi. Gli alunni del "Moro" avranno la possibilità di visitare ed osservare il reparto di cardiologia, radiologia, oculistica e faranno accoglienza agli anziani in Pronto Soccorso, sempre da osservatori. Una novità assoluta sul nostro territorio che consentirà agli studenti un percorso più semplice e lineare verso il mondo del lavoro legato al terzo settore. Non sfugge alla sensibilità degli alunni la solidarietà e l'attenzione costante ai più fragili: con il dottore Armando De Martino e le associazioni da lui guidate per il sollievo della sofferenza, gli alunni esporranno laboratori di pace, solidarietà, ricerca sulle cure palliative e attività di supporto al centro di ascolto. Lo stesso discorso di alternanza scuola lavoro è previsto anche per il Nuovo Elaion che anche quest’anno ha rinnovato la disponibilità ad accogliere gli alunni del "Moro".