LA CITTÀ DELL'ESTATE

L’isola azzurra a suon di jazz: Célia Kameni incanta Capri

La voce più accattivante del momento ospite del festival di Jazz Inn e Musicology. Con il batterista Elio Coppola il tour nella rinomata località turistica 

La voce jazz più accattivante del momento a Capri. Célia Kameni, infatti, è sbarcata sull’isola azzurra come ospite d’eccezione della decima edizione di Jazz Inn Capri, la rassegna dedicata a questo raffinato genere musicale ospitata ogni anno all’ombra dei Faraglioni e organizzata dal Comune di Capri in collaborazione con le associazioni “Jazz Inn Capri” e “Musicology”. E Célia ha affascinato ospiti e vacanzieri presentando un repertorio molto vario, spaziando tra il jazz ed il soul, con una voce intrigante ed un fascino conturbante per uno spettacolo emozionante ed imperdibile. Francese, di Lione, la Kameni unisce bellezza e bravura, simpatia e semplicità, caratteristiche che non sono passate inosservate anche quando si è fermata nella piazzetta salotto del mondo per le foto e i selfie con i fan e gli appassionati di jazz, una musica di classe, binomio indissolubile con un’isola come Capri. 

Célia, che in “abiti di lavoro” si è mostrata straordinariamente elegante, ha passeggiato per le strade dell’isola, in una mise sportiva, sneaker e short, che non per questo le toglievano l’innata eleganza. Célia, che ha “visitato” per la prima volta nella sua vita e carriera l’isola cara all’imperatore Tiberio, si è concessa anche una sosta gastronomica al ristorante “Villa Verde”, uno dei templi della gastronomia isolana, a pochi passi dalla piazzetta, dove i patron, i fratelli Lembo, hanno fatto preparare per la speciale ospite una degustazione a base delle pietanze tipiche del “ricettario” caprese. 

E poi, in compagnia di Elio Coppola, il batterista napoletano, suo amico e collega, direttore artistico del festival Jazz Inn Capri, che l’aveva voluta come special guest dell’evento, in giro per l’isola si è concentrata in una full immersion alla scoperta della storia e degli aneddoti che fanno da sempre di quel magico scoglio bagnato da un mare azzurro, una località del mito. Già pezzo pregiato del progetto Motown Revival, che riunisce dodici musicisti del dipartimento jazz del Conservatoire de Lyon, supervisionato da Jérôme, ben presto Célia si è unita a The Amazing Keystone Big Band, una formazione che esprime lo spirito e l’anima delle grandi formazioni dell’era swing-king, ma anche l’inventiva, l’apertura, l’insolente virtuosismo del jazz di oggi. Célia dopo essere entrata a far parte del gruppo Electrophazz con musiche che ruotano attorno a un suono jazz, hip hop e soul si è unita al gruppo “Bigre!”, facendo parte di una “squadra” di 21 musicisti che esplorano le molteplici sfaccettature di un jazz divertente, potente e gioioso. 

Nel suo curriculum di recente anche la registrazione, sempre con The Amazing Keystone Big Band, dell’album “We Love Ella”, un progetto incentrato sulla leggendaria personalità di Ella Fitzgerald che le è valso il titolo di vincitrice delle Jazz Victories nella categoria “Gruppo dell’anno”. E la cantante francese in trasferta a Capri, attesa ora da nuovi impegni di lavoro internazionali lontana dall’isola, ha già promesso che tornerà sotto la torre campanaria che sorveglia dall’alto il salotto del mondo per concedersi qualche giorno di vacanza in una terra che l’ha letteralmente rapita. 

Marco Milano