IL LIBRO

L’epopea dell’industria tessile nella Nocera modello Alabama

Il volume racconta l’insediamento della famiglia Wenner nell’Agro e a Salerno

L’epopea dell’industria tessile nell’Agro nocerino e nel Salernitano, l’avvento degli Svizzeri che portano lavoro, nuova economia, la costruzione di un polo operativo imponente, oltre ad una nuova visione culturale e sociale. È la storia dei cotonifici campani, raccontata in un libro, “La tela degli svizzeri. I Wenner e l’avventura del tessile a Nocera. Ascesa e declino di un distretto industriale”, pubblicato da Edizioni dell’Ippogrifo e frutto della conversazione tra il giornalista e direttore de Il Risorgimento nocerino, Gigi Di Mauro , e l’ex sindacalista e storico locale Angelo Verrillo. Il volume verrà presentato oggi alle 19, allo Sporting Club Casino Sociale, a Nocera Inferiore, alla presenza degli autori. Interverranno, dopo i saluti del presidente dello Sporting Club Andrea Oliva, l’imprenditore Mauro Maccauro, l’assessore Federica Fortino , il giornalista Massimiliano Amato . «L’occasione principale – spiega Gigi Di Mauro – è data dai 60 anni dalla storica occupazione della Mcm di Nocera Inferiore, che ricorre nel 2019, in seguito ai 900 licenziamenti dei quali la grande maggioranza erano donne. Nocera Inferiore è stata capitale di un polo industriale molto importante per un lungo periodo».

Davide Speranza