L'INIZIATIVA

Il mito di Bob Dylan raccontato in un fumetto a Bracigliano

Dagli esordi nelle bettole alle battaglie in difesa degli ideali

Storie di strada, di vicoli e di poveri cristi, di chitarre e tragedie generazionali, storie di “Blowin in The Wind”, storie di diavoli in terra che comprano anime di musicisti, di viaggi mistici e battaglie sociali da vincere grazie ai versi di una canzone. Bob Dylan , un “manifesto”, la voce degli ultimi, la vibrazione potente di ciò che il potere precostituito non potrà mai fermare: la dignità. Su quella che è ormai un’icona vivente – nel 2016 gli è stato assegnato il Premio Nobel per la Letteratura – è stato scritto di tutto, compreso lo straordinario film del regista Todd Haynes “Io non sono qui”. Adesso sulla scena editoriale compare il graphic novel “Bob Dylan, la risposta è nel vento”, pubblicato da Nicola Pesce Editore (Noe). La presentazione si tiene domani, ore 18.30, a Palazzo De Simone di Bracigliano, all’interno della rassegna letteraria “Le Chat Noir”, ideata dall’associazione Khorakhané in collaborazione con il Comune di Bracigliano. Saranno presenti l’editore Nicola Pesce , il disegnatore Stefano Corrao , lo sceneggiatore Luigi Formola e Ferdinando Basile , presidente della fondazione “Pietro Lista”, che interverrà sul cantautore americano con una disanima sugli anni Sessanta di Bob Dylan, le sue canzoni e le sue influenze socio culturali. La storia di un Dylan agli esordi, di quando bazzicava le bettole, in spalla una chitarra e tra le labbra le parole soffiate in quel vento rivoluzionario, come gridava nella sua “The Times They Are a-Changin” del 1964 (Venite madri e padri/da ogni parte del Paese/e non criticate/ quello che non potete capire/ i vostri figli e le vostre figlie/ sono al dì la dei vostri comandi/ la vostra vecchia strada/ sta rapidamente invecchiando/ Per favore andate via dalla nuova/se non potete dare una mano/perché i tempi stanno cambiando), brano riutilizzato poi al cinema come introduzione del film “Watchmen”, tratto dai fumetti di Alan Moore e David Gibbons. Nel graphic pubblicato dalla Npe la storia si trasforma in una ballata funambolica tra passato e futuro. Il percorso è segnato e il menestrello è pronto a battere le strade di mezza America. Una serata-omaggio, dunque, quella dedicata all’uomo che inventò il “Never Ending Tour”. Una felice occasione, insieme al lancio del volume, per annunciare anche altre iniziative. «Un appuntamento fisso – spiega il presidente dell’associazione Khorakhané Mario Provitera – che traccia le linee per la promozione e la diffusione del libro come strumento di cultura di massa». Particolare attesa per il lancio del bando “Premio Giambattista Basile”, un concorso di fumetti e illustrazioni affidato dal Comune di Bracigliano all’associazione “La gatta Cennerentola” rappresentata dal presidente Ivan Saracino , ideatore del concorso, e al Forum dei Giovani di Bracigliano.

Davide Speranza

©RIPRODUZIONE RISERVATA