salerno 

Il “Barbiere” al Teatro Verdi con gli allievi del Conservatorio

Venerdì e domenica l’opera principe di Gioacchino Rossini, “Il Barbiere di Siviglia”, andrà in scena al Teatro “Verdi” di Salerno. Per la regia di Riccardo Canessa, in co-produzione con il...

Venerdì e domenica l’opera principe di Gioacchino Rossini, “Il Barbiere di Siviglia”, andrà in scena al Teatro “Verdi” di Salerno. Per la regia di Riccardo Canessa, in co-produzione con il Conservatorio Statale di Musica “Giuseppe Martucci”, s’alzerà il sipario del Massimo Cittadino sul capolavoro rossiniano che secondo il direttore d’orchestra Jacopo Sipari di Pescasseroli «è un’opera ponte nella produzione rossiniana, in cui l’ironia , il dolore e il paradosso sono strettamente connessi, specchio dei nostri tempi». Un “Barbiere” che vanterà diverse recite: se quelle del 9 e dell’11 avranno protagonisti tenori e soprani professionisti quali, tra gli altri, Massimo Cavalletti e Laura Polverelli, nei giorni 12, 13 e 14 l’opera sarà rappresentata dagli allievi del Conservatorio.
«Siamo orgogliosi del programma del “Verdi” che vanta una stagione tra le migliori d’Italia – ha sottolineato il segretario artistico Antonio Marzullo - ma siamo ancora più orgogliosi di aprire il Teatro a giovani di talento. La loro passione e il loro impegno è assolutamente da valorizzare».
Sulla stessa lunghezza d’onda il presidente del Conservatorio Fulvio Maffia: «I nostri allievi sono pronti a cimentarsi in un’opera tra le più complesse. Siamo però ancora più orgogliosi di questa sinergia con il Massimo Cittadino che consente così di giudicare e valorizzare al meglio i nostri allievi». Non solo “Il barbiere di Siviglia” vedrà protagonisti i giovani: perché al Concerto di Natale si esibirà l’orchestra del Liceo “Alfano I” e il coro di voci bianche del Massimo Cittadino diretto da Silvana Noschese. Diretti dal maestro Daniel Oren si esibiranno anche nella “Turandot” dal 26 al 28 dicembre. Il Concerto di Capodanno sarà affidato alla filarmonica del “Verdi” diretta dal maestro Andrea Albertin.(s.p.)
©RIPRODUZIONE RISERVATA