SALERNO

I 30 anni della rassegna dei Barbuti

Si comincia il 6 agosto con Chicco Paglionico e Ivano Montano

SALERNO. “Il Barbuti Salerno Festival” compie trent’anni e si prepara a spegnere le candeline in grande stile con una rassegna di spettacoli che partiranno il prossimo 6 agosto per concludersi il 9 settembre. “In questi anni – ha commentato il patròn Peppe Natella nel corso della conferenza stampa di presentazione – abbiamo contribuito alla riqualificazione urbana di tutto il quartiere”. “Questa rassegna – ha aggiunto l’assessore alla Cultura Ermanno Guerra – rappresenta un pezzo della nostra città”. “In tempi di crisi e di assenza di finanziamenti – ha spiegato infatti Natella – sarebbe stato più facile non allestire la rassegna. E sono davvero pochissime le rassegne in tutta la regione Campania, e direi nel Mezzogiorno, che possono vantare una tale longevità”.

Il cartellone. La rassegna prenderà ufficialmente il via il prossimo 6 agosto con lo spettacolo di Chicco Paglionico e Ivano Montano dal titolo “Tnt –terroni non terrestri”; si proseguirà il 7 agosto con Benedetto Casillo e il suo “Da Petito al Cabaret”. L’otto agosto sarà la volta del concerto di Mario Maglione “Da Bovio a Murolo” e poi il 9 agosto ci sarà lo spettacolo “Gennaro Belvedere testimone cieco”. Si continua l’11 agosto con il “Concerto napoletano” di Marino Cogliani e Malvarosa e poi il 12 con “E’ tornato papà”. Il 13 agosto sarà la volta di Gino Riviecco con “Fifty-fifty”. Si prosegue il 18 con lo spettacolo “Nun a voglio mmarità” e poi il 19 con “Le stelle del Caffè Chantant”. Ancora il 20 sarà la volta di “Sketch’è? Schegge di follia dei ragazzi fuoricorso” e il 21 di “Quei figuri di trent’anni fa”. Appuntamento da non perdere il 22 agosto con il concerto di Peppe Barra e la consegna del Premio Barbuti 2015 a Mario Carotenuto. Si prosegue il 23 con “Parlando con le stelle”, mentre il 25 agosto il palcoscenico sarà per Mariano Rigillo. Da segnare l’appuntamento del 26 agosto con la Jashgawronsky Band, quattro fratelli armeni che suonano oggetti destinati a finire nella spazzatura. Ed ancora il 28 agosto la Bottega San Lazzaro” presenta il “Medico dei pazzi”, mentre il 29 sarà la volta di “Na ‘mmescafrancesca” e il 30 di “Voci e suoni della grande guerra”. Il 9 settembre ci si sposterà al teatro Augusteo per celebrare l’anniversario dell’operazione Avalanche con il concerto della “Us Naval Forces Europe-Allied Forces Band”.

Il gemellaggio. Novità di questa edizione il gemellaggio con i Giardini della Minerva. Previsti concerti d’archi per i primi tre venerdì di agosto e per l’ultimo sabato dello stesso mese. Inoltre, sarà riproposta l’apertura serale dei giardini con visite guidate ed eventi particolari i sabato sempre del mese di agosto.

Info. Gli spettacoli avranno inizio a partire dalle ore 21.15. Il costo del biglietto va da un minimo di dieci ad un massimo di 20 euro in occasione del concerto di Peppe Barra.

Angela Caso

©RIPRODUZIONE RISERVATA