L'ALTRA ESTATE

Ferragosto 2018 a Salerno, la cultura non va in ferie

Musei, chiese e siti archeologici aperti grazie ad una eccezionale sinergia per ricordare Velia Tancredi

Salerno amplia la sua offerta turistica, con la programmazione estiva dei siti museali. In occasione della festività di Ferragosto, la Soprintendenza archeologia di Salerno e Avellino, diretta da Francesca Casule , ha organizzato delle aperture straordinarie di musei e aree archeologiche, in sinergia con il polo museale della Campania, i Comuni, le Province, le Diocesi e le Associazioni, riuscendo a coordinare tutti gli enti che si interessano di beni culturali sul territorio. L’evento vuole anche rappresentare un omaggio alla memoria di V elia Tancredi ,recentemente scomparsa, con un plauso alla sua carriera nel mondo culturale, attraverso la sua attività di presidente dell’associazione “Il centro storico di Salerno”, anima di numerose iniziative. Per il 15, a Salerno e provincia, è stato approntato un elenco abbastanza corposo, con l’apertura dei siti più importanti, anche nel centro storico, garantendo la fruibilità nella fascia oraria diurna, fino alle 14, con ingresso gratuito o, comunque, con una tariffa in formula ridotta per alcune aree. A fare da contorno, ci saranno visite guidate e iniziative, con installazioni multimediali dedicate. Tra le associazioni attive, il “Gruppo archeologico salernitano” con il presidente Felice Pastore , rinnova la collaborazione con l’apertura eccezionale a Salerno del complesso monumentale di San Pietro a Corte, in tutta la sua interezza, offrendo visite alla Cappella palatina, all’Ipogeo e alla Cappella Sant’Anna per tutta la giornata, fino alle 19.

Porte aperte anche alla Pinacoteca provinciale, che ospita la mostra di Pietro Lista , al Museo archeologico, alla Chiesa di San Giorgio e al Duomo di San Matteo, con ingresso al quadriportico, alla cattedrale e alla cripta, per l’interagiornata. E ancora, sarà possibile visitare i Giardini della Minerva, il Castello Arechi, il Parco archeologico di Fratte e il Museo virtuale della scuola medica salernitana (previa prenotazione). Per la prima volta, la Provincia ha risposto all’iniziativa offrendo la sua partecipazione al 100% con questa eccezionale apertura festiva. Confidando in un riscontro positivo, per gradimento e affluenza, resteranno a disposizione del pubblico il Parco archeologico di Velia e il Museo della Lucania occidentale di Padula.

Spostandoci verso la Costiera, sarà possibile visitare la Torretta Belvedere di Villa Guariglia a Raito, l’abbazia Santa Maria de Olearia di Maiori, la Villa romana a Minori. Sarà possibile, inoltre, l’ingresso gratuito anche al Museo di Villa de Ruggiero, di Nocera Superiore. «Ci sarà un bel po’ da fare, nel periodo di Ferragosto, per chi vuole dedicarsi alla cultura – spiega Giovanni Villani ,funzionario della Soprintendenza di Salerno e Avellino – Noi proviamo ad essere alternativi, offrendo la cultura come unica proposta, che da sempre portiamo avanti con il Mibact».

Per info programma completo e orari: www.ambientesa. beniculturali.it.

Rosita Sosto Archimio

©RIPRODUZIONE RISERVATA