LA PRESENTAZIONE 

Arte e musica, riparte pure Angri Sono trenta gli eventi per l’estate

Ripartire dalla storia e dalle capacità artistiche e culturali del territorio. È stata presentata ieri la rassegna “Angri Città d’Arte”, che riempirà la cittadina dell’agro con circa 30 appuntamenti...

Ripartire dalla storia e dalle capacità artistiche e culturali del territorio. È stata presentata ieri la rassegna “Angri Città d’Arte”, che riempirà la cittadina dell’agro con circa 30 appuntamenti fino a ottobre. Prende vita il nuovo progetto della Pro Loco grazie alla collaborazione con il Comune. Sono trenta gli appuntamenti attraverso i quale gli organizzatori, grazie anche all’aiuto delle associazioni del territorio, avranno la possibilità di regalare alla città momenti musicali, teatrali e artistici, ma non solo. Tanto spazio è anche dedicato alle tradizioni del territorio, con un premio dedicato alla poesia in onore del Santo della città Alfonso Maria Fusco, così come di momenti di convegno e riflessione come quelli che saranno dedicati alla violenza sulle donne o alle molte presentazioni di libri, con volti storici della tv italiana e regionale come Salvatore Biazzo e Giuseppe De Caro. Sono parole piene d’orgoglio quelle dell’assessore alla Cultura, Francesco Ferraioli, il quale spera di rilanciare la città da un punto di vista culturale dopo l’ultimo anno di pandemia: «La nostra città meritava questa programmazione, soprattutto per cercare di lasciarci alle spalle il torpore del lockdown e assicurare ai cittadini le attività di socialità e svago che tanto ci sono mancante negli ultimi mesi». Sulla stella lunghezza d’onda Aldo Severino, presidente della Pro Loco, che ha sottolineato come «un tale progetto non sia un punto di arrivo, ma anzi di rilancio di un’attività culturale in evidente crisi. Purtroppo durante la pandemia le attività culturali, artistiche, educative e in generale tutte quelle che prevedono aggregazione hanno necessariamente subito una drastica battuta d’arresto, ora il nostro intento è di portare una ventata di positività attraverso delle iniziative che possano coinvolgere tutta la cittadinanza. Faremo il possibile affinché i cittadini angresi ritrovino il gusto di un buon spettacolo piuttosto che di una visita o di una mostra senza doversi spostare altrove».
Alfonso Romano
©RIPRODUZIONE RISERVATA