Una scultura nel parco di Villa d’Ayala a Valva

L'EVENTO DI DOMENICA

Apre il tesoro di Valva Visite a Villa d’Ayala

Guide d’eccezione, danze e musica per le Giornate Fai d’autunno

Un solo “tesoro” apre in provincia di Salerno in occasione delle Giornate Fai d’autunno, ma è di quelli dal valore inestimabile. Si tratta di Villa d’Ayala a Valva, circondata da un parco di 18 ettari, che potrà essere visita domenica prossima in occasione dell’evento che il Fai dedica sabato e domenica in tutta Italia a siti poco valorizzati, in 250 città italiane. Il capo delegazione del Fai di Salerno, Michelangelo De Leo , ha spiegato ieri durante la conferenza stampa, che «gli obiettivi delle giornate del Fai di primavera e d’autunno sono la raccolta dei fondi e l’aumento delle iscrizioni» oltre alla finalità principale, la scoperta da parte del pubblico di beni e ville affidate al Fai per la tutela. «Ringrazio il sindaco di Valva – ha detto De Leo – per aver acconsentito a far versare un contributo al Fai in luogo del biglietto d’ingresso alla Villa. Ricordo inoltre che ci sono convenzioni con ristoranti con sconti del 15 per cento e con un albergo». «Queste giornate servono a mostrare la bellezza dei nostri beni – ha detto Susy Camera d’Afflitto , vicepresidente regionale del Fai – e a infondere la consapevolezza del nostro patrimonio. Siamo orgogliosi inoltre che Salerno sia la città capofila del Fai in Campania per numero di aderenti e per gli eventi». «Spesso abbiamo bellezze fuori dai circuiti tradizionali poco conosciute e così si perdono occasioni di vedere cose belle» ha detto il sindaco di Valva, Vito Falcone , a proposito di Villa d’Ayala. La visita di domenica è stata promossa dal Fai giovani, sotto la guida di Andrea Trosi , che ha spiegato i dettagli della visita che si svolgerà dalle 10 alle 18.30 (ultimo ingresso alle 18). Ad accogliere i visitatori ed accompagnarli lungo il parco ed il castello saranno, gli studenti del Liceo classico “Perito Levi” di Eboli. Il programma prevede alle 11 una visita guidata speciale a cura di Anna De Martino , della Soprintendenza di Salerno; alle 12.30 un momento di danze dell’800 in abiti d’epoca a cura dell’associazione “Il Contrapasso”; alle 15 una visita guidata a cura dell’architetto Giovanni Villani della Soprintendenza; alle 16.30 presso l’Emiciclo della Bellezza un concerto a cura degli studenti del Liceo musicale “Pino Daniele” di Eboli; nel piazzale Maria Giovanna Moncada si potranno inoltre degustare prodotti del territorio. La visita comprende anche il borgo di Valva ed in particolare la Chiesa Madre, dedicata a San Giacomo Apostolo, e la mostra fotografica “Fate presto ! Scatti della memoria a Valva”, curata da Mimmo Jodice .

©RIPRODUZIONE RISERVATA