Allievi protagonisti delle mattinate Fai nei luoghi storici

SALERNO. Apprendisti Ciceroni da un lato e giovani visitatori dall'altro ma in ogni caso: studenti. Saranno gli allievi delle scuole a guidare, per la quarta edizione di “Mattinate Fai per le scuole”,...

SALERNO. Apprendisti Ciceroni da un lato e giovani visitatori dall'altro ma in ogni caso: studenti. Saranno gli allievi delle scuole a guidare, per la quarta edizione di “Mattinate Fai per le scuole”, altri studenti, lungo le tappe di un tour che parte oggi e termina venerdì, alla scoperta del patrimonio storico artistico della nostra terra. Parliamo degli apprendisti ciceroni appositamente preparati dai volontari del Fondo per l'Ambiente Italiano (Fai) e dai loro docenti. A Salerno, la meta prevista è un piccolo gioiello di rara bellezza, incastonato nel più ampio tesoro che è il nostro centro storico. Si tratta della Chiesa dell’Annunziata, nel rione Fornelle, che andò a sostituire la vecchia chiesa di fine quattrocento che, nel 1626 fu distrutta da un'alluvione. Una struttura con un passato tormentato a dir poco: fu severamente danneggiata durante i combattimenti dello sbarco degli Alleati, nel '43, e fu parzialmente sommersa dall'alluvione del '54. Nel 2007 pur se aperta al culto, presentava problemi statici, e nel 2008, a causa di un corto circuito, il retroaltare principale è andato in fiamme, distruggendo completamente un gruppo ligneo raffigurante l'Annunciazione realizzato alla metà dello scorso secolo.Tuttavia, oggi si presenta in veste rinnovata grazie ai lavori di restauro inizati nel 2009. Verrà aperto al pubblico di giovani turisti anche l'adiacente Palazzo Pedace che conserva ancora il raffinato aspetto sei-settecentesco e presenta una stratificazione storico-artistica di enorme importanza: durante i lavori di restauro sono venuti alla luce un colonnato medievale con archi acuti. Il sito sarà aperto da oggi a giovedì dalle ore 8.30 alle ore 12. In orario scolastico gli studenti delle classi avranno così l’occasione di partecipare a visite guidate condotte da loro coetanei, con l’obiettivo di avvicinare il mondo dei giovani alla storia e alla cultura del luogo e di vivere un’insolita esperienza di “educazione tra pari”. Due i siti aperti a Napoli; il primo è la Stazione Neapolis, ambiente museale che sorge nel corridoio di collegamento tra il Museo Archeologico Nazionale e la stazione metropolitana “Museo”. Altra location prescelta è l'Anfiteatro Flavio, a Pozzuoli, della seconda metà del I secolo d.C.