Skip to content

“Un giorno in Pretura”, il caso della “Mantide della Brianza”

La donna, presentandosi come massaggiatrice su Facebook, avrebbe attirato in casa sua numerosi uomini per poi stordirli con un potente sonnifero e derubarli
“Un giorno in Pretura”, il caso della “Mantide della Brianza”

“La Mantide della Brianza”, è il titolo dell’inchiesta firmata da Tommi Liberti, al centro della puntata di “Un giorno in Pretura” in onda venerdì 14 giugno, alle 21.20 Rai 3. Nell’estate del 2021, a Busnago in Brianza, un ragazzo disabile denuncia ai Carabinieri una donna per avere drogato e rapinato l’anziano padre. È l’inizio di un’indagine che porta all’arresto di Tiziana Morandi, 47 anni, meglio conosciuta appunto, come “la Mantide della Brianza”. Secondo l’accusa, la donna, presentandosi come massaggiatrice su Facebook, avrebbe attirato in casa sua numerosi uomini per poi stordirli con un potente sonnifero e derubarli. L’imputata si dichiara innocente, si descrive come una ingenua, una persona che in vita sua ha fatto solo del bene. Ma sarà vero?

Leggi anche