Skip to content

Cinquemila visitatori a Paestum per Pasqua e Pasquetta

Musei, Iannone (Fdi): «Con Sangiuliano l'Italia è una superpotenza culturale»
Cinquemila visitatori a Paestum per Pasqua e Pasquetta

«Anche in queste festività di Pasqua e Pasquetta sono stati tantissimi gli italiani e i turisti provenienti da ogni parte del mondo che hanno visitato e ammirato la straordinaria bellezza del patrimonio culturale dell’Italia. Un risultato che conferma la scelta di tenere aperti tutti i nostri musei e parchi archeologici e rappresenta un’ulteriore spinta ad aumentare, sempre di più, la qualità della nostra offerta culturale. A tutte le lavoratrici e i lavoratori che, anche oggi, hanno assicurato l’apertura e l’accoglienza dei visitatori nei siti culturali della Nazione va il mio profondo ringraziamento». Lo dichiara il ministro della Cultura, Gennaro Sangiuliano commentando i primi dati provvisori degli ingressi a Pasqua e Pasquetta nei principali siti italiani.

Di seguito si riportano i dati provvisori pervenuti:

  • Parco archeologico del Colosseo – Anfiteatro Flavio 55.315;
  • Parco archeologico del Colosseo – Foro Romano e Palatino 34.654;
  • Parco archeologico di Pompei 28.995;
  • Pantheon 23.781;
  • Gallerie degli Uffizi – Gli Uffizi 18.907;
  • Consorzio di Valorizzazione Culturale La Venaria reale 17.000;
  • Reggia di Caserta 14.803;
  • Museo Nazionale di Castel Sant’Angelo e Passetto di Borgo 9.207;
  • Musei Reali di Torino 9.114;
  • Pinacoteca di Brera 4.407;
  • Palazzo Ducale di Mantova 4.151;
  • Parco archeologico di Paestum e Velia 4.091;
  • Galleria Borghese 3.860;
  • Gallerie degli Uffizi – Palazzo Pitti 3.658;
  • Palazzo Reale di Napoli 3.627;
  • Complesso monumentale e Biblioteca dei Girolamini 2.928;
  • Gallerie Nazionali di Arte Antica – Palazzo Barberini 2.793;
  • Cenacolo Vinciano 2.600;
  • Castello Scaligero di Sirmione 2.310;
  • Terme di Caracalla 2.198;
  • Castel Sant’Elmo e Museo del Novecento 2.177;
  • Grotte di Catullo 2.023;
  • Museo Archeologico Nazionale di Napoli 1.943;
  • Museo Nazionale d’Abruzzo 1.891;
  • Galleria Nazionale dell’Umbria 1.437;
  • Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea 1.130;
  • Museo Archeologico Nazionale di Taranto 1.046;
  • Museo di Capodimonte 953;

A questi dati si aggiungono i 34.111 visitatori del VIVE – Vittoriano e Palazzo Venezia e i 16.146 delle Gallerie degli Uffizi – Giardino di Boboli.

«Grazie al ministro Sangiuliano anche nelle festività pasquali l’Italia ha confermato il proprio ruolo di superpotenza culturale: musei e parchi archeologici aperti e dati significativi sugli ingressi. L’eccezionale incremento di visitatori – Colosseo, Pompei e Uffizi in testa – conferma inequivocabilmente un record senza precedenti, segno che il fondamentale lavoro del ministro Sangiuliano ha generato un’evidente inversione di rotta, che ha giovato grandemente al nostro patrimonio artistico. Con il Governo Meloni l’Arte e la Cultura hanno riacquistato il vitale ruolo di potente volano per la crescita economica e sociale del Paese. Sono fortunatamente lontani i tempi in cui i turisti trovavano chiusi i nostri musei in occasione delle principali festività. È lapalissiano che il ministro Sangiuliano ha portato una ventata di nuove idee nel mondo della Cultura; un grande segnale di cambiamento, con iniziative di comunicazione molto efficaci». Lo dichiara il senatore di Fratelli d’Italia, Antonio Iannone, commissario regionale del partito in Campania e componente della settima Commissione Cultura del Senato.

Leggi anche