Skip to content

“Dalla Scuola Medica Salernitana…alla moderna Rete trapiantologica”

L’evento culturale che si terrà domani, venerdì 23 febbraio, alle 16.30, presso il Museo Virtuale Scuola Medica Salernitana
“Dalla Scuola Medica Salernitana…alla moderna Rete trapiantologica”

“Dalla Scuola Medica Salernitana…alla moderna Rete trapiantologica” è il titolo dell’evento culturale che si terrà domani, venerdì 23 febbraio, alle 16.30, presso il Museo Virtuale Scuola Medica Salernitana, in via Dei Mercanti, 74 a Salerno. L’incontro nasce dalla collaborazione tra Asl Salerno – Sportello Amico Trapianti, UOSD Promozione della Salute, Soprintendenza ABAP per le province di Salerno e Avellino e la Fondazione Scuola Medica Salernitana. La manifestazione, che ripercorre la storia della Scuola Medica Salernitana fino alla moderna rete trapiantologica, si inquadra nell’ambito delle costanti attività di sensibilizzazione alla cultura della donazione di organi e tessuti promosse dall’Asl Salerno attraverso lo Sportello Amico Trapianti. In collaborazione con il Centro Regionale Trapianti Campania, vengono investite risorse per rispondere in maniera concreta alle numerose istanze di trapianto di organi e tessuti.

Al fianco degli enti locali, schierati a sostegno della donazione degli organi, saranno presenti: il sindaco di Salerno Vincenzo Napoli, il direttore generale Asl Salerno Gennaro Sosto, il presidente dell’Ordine dei Medici e degli Odontoiatri Giovanni D’Angelo, la soprintendente ABAP Raffaella Bonaudo, il presidente della Fondazione Scuola Medica Salernitana Enrico Indelli, il presidente dell’Associazione Uni in Strada Gennaro Coccurullo. Interverranno, inoltre: Giuseppe Ferrantino, medico e cultore di storia della Schola Salernii, Lorella Parente, teologia – Ufficio Cultura e Arte Curia di Salerno, Gabriella Sorrentino, responsabile della comunicazione Fondazione Sinapsi, Rosa Maria Vitola, Mariagrazia Barone e Michele Faiella, funzionarie per la Promozione e Gestione dei Servizi Culturali e Educazione al Patrimonio della Soprintendenza ABAP di Salerno e Avellino.

Del moderno percorso della donazione di organi e tessuti parleranno le dottoresse Laura Baccari e Roberta Borrelli, referenti Sportello Amico Trapianti Asl Salerno. In conclusione, la presentazione del libro “Si prega di attendere” di Roberta Borrelli e a cura di Elisa De Chiara. Accompagnamento musicale a cura del gruppo jazz Quasimanouche, special guest Cyranò Vatel.

Donare gli organi dopo la morte è una scelta che ancora viene percepita come difficile, carica di paure e preoccupazioni talvolta inconsce. Ma senza donazione non c’è trapianto: chi vive in attesa di un organo vive una vita sospesa. In tale contesto, l’informazione è la sola arma vincente contro i dubbi e lo scetticismo.

Leggi anche