Skip to content

“I due Papi” in scena al Teatro Giuffré di Battipaglia

Quarto appuntamento del cartellone 2023/2024 il 4 febbraio
“I due Papi” in scena al Teatro Giuffré di Battipaglia

Quei giorni frenetici che hanno scritto per sempre la storia. Un Papa dimissionario e un altro da eleggere, nel mezzo due uomini che, al di là degli abiti, hanno un proprio vissuto, una vita da raccontare con parole molto diverse tra loro. Giorgio Colangeli e Mariano Rigillo si preparano ad approdare al Teatro Aldo Giuffré di Battipaglia con uno spettacolo attesissimo. Il testo teatrale de “I due Papi”, questo il titolo dello spettacolo, porta la firma di Anthony McCarten e, adattato in seguito per il cinema, ha ricevuto una nomination agli Oscar come Miglior sceneggiatura. Lo spettacolo, il quarto del cartellone teatrale 2023/2024 del Giuffré, è approdato in Italia con la regia di Giancarlo Nicoletti e si tratta dell’unica produzione al mondo autorizzata da McCarten. Insieme alla grande prova di Colangeli e Rigillo, meritevole di plauso è anche l’imponente scena realizzata da Alessandro Chiti. Stupefacente è stata l’accoglienza della critica per “I due Papi”, trionfando al Premio Nazionale “Franco Enriquez 2023” per la Miglior regia e al Premio “Mulino Fenicio 2022” per la Miglior scenografia.

Lo spettacolo

Dall’autore premio Oscar per Bohemian Rhapsody, L’ora più buia e La teoria del tutto arriva il testo teatrale da cui è stato tratto un film Netflix di grande successo. Dieci anni fa, Benedetto XVI sbalordiva il mondo con le sue dimissioni, le prime dopo più di sette secoli. Cosa ha spinto il più tradizionalista dei Papi alla rinuncia e a consegnare la cattedra di Pietro al radicale ed empatico cardinale argentino? Interpretato da due grandi attori del nostro panorama, Giorgio Colangeli e Mariano Rigillo, “I due Papi” è stato accolto come “un lavoro strepitoso” al suo debutto al Festival di Borgio Verezzi. Fra documento storico, humor e dramma, lo spettacolo ripercorre non solo i giorni frenetici che portarono dalla rinuncia di Benedetto all’elezione di Francesco, ma anche le “vite parallele” di due uomini molto diversi, accomunati dallo stesso destino. E, soprattutto, ci racconta la nascita di un’amicizia – speciale e inaspettata – fra due personalità fuori dall’ordinario. Al centro di tutto, una domanda senza tempo: quando si è in crisi, bisogna seguire le regole o la propria coscienza?

I biglietti

La campagna abbonamenti, per questa stagione teatrale, s’è già conclusa. Tuttavia è possibile acquistare i biglietti per i singoli spettacoli, tutti fissati alle 18:30, rivolgendosi direttamente al botteghino del Teatro Sociale “Aldo Giuffré”, in via Guicciardini, 35, i lunedì e il venerdì, dalle ore 10 alle 12, e dal martedì al giovedì, dalle ore 17 alle 20. È inoltre possibile acquistare i biglietti anche online, su www.postoriservato.it.

Leggi anche