Skip to content

Fondazione Picentia presenta il libro “Il metro del dolore”

L'autore Marco Onnembo incontrerà i lettori domani alle 19
Fondazione Picentia presenta il libro “Il metro del dolore”

Domani sera, venerdì 19 gennaio, alle 19, la Fondazione Picentia ospiterà la presentazione di “Il metro del dolore”, l’ultimo lavoro letterario dell’autore Marco Onnembo. Il libro trasporta nella vita di don Carmine Pastore, un prete “strano”, “moderno” e “politicamente scorretto”. Nel confessionale, egli perdona e comprende quasi ogni cosa, sfidando le convenzioni tradizionali. Un uomo che, nonostante abbia smarrito la sua fede, incarna la figura del sacerdote che tutti vorremmo incontrare almeno una volta nella vita.

La trama, avvincente e toccante, segue la vita di don Carmine, immigrato da bambino negli Stati Uniti, attraverso un finale agghiacciante che lo conduce a lasciare il sacerdozio. Il libro si pone come manifesto di un’inquietudine che abbraccia l’uomo di ogni tempo, esplorando il dubbio come orizzonte e offrendo uno spaccato di dannazione e redenzione universali.

La presentazione sarà un’opportunità per i lettori di entrare nel mondo narrativo di Marco Onnembo e perdersi nelle profondità della storia di don Carmine Pastore. L’autore sarà presente e dialogherà con la giornalista e direttrice de “Il Ponte Nuovo” Stefania Maffeo.

L’appuntamento è fissato per le 19 presso la Fondazione Picentia. L’incontro sarà un’occasione di incontro e di riflessione aperta a tutte le età. Un’opportunità di esplorare la connessione tra fede, dubbi universali e la ricerca di sé stessi.

Marco Onnembo, nato a Eboli nel 1976, è uno scrittore, autore televisivo, giornalista e critico letterario. È autore del programma “Il Caffè” in onda su Rai Uno e della trasmissione “Terza Pagina” (Rai Tre e Rai Cinque). Cura per l’inserto “Domenica” del Sole24Ore la rubrica di critica letteraria “La prima volta” in cui recensisce opere prime. Ha collaborato con numerose testate giornalistiche, quali Affari & Finanza – la Repubblica, Panorama, Economy, Radiocor – Il Sole 24 ORE.

Leggi anche