Skip to content

Concluso con uno spettacolo teatrale il progetto “Compost goal”

L'iniziativa ha coinvolto 1.240 ragazzi. Premiati gli istituti partecipanti
Concluso con uno spettacolo teatrale il progetto “Compost goal”

Con lo spettacolo teatrale “Alice, oltre lo spreco”, presso l’auditorium del Centro parrocchiale “San Giuseppe” di via Giulio Vestuti, a cui hanno partecipato più di 500 alunni delle scuole elementari e medie salernitane, si è concluso questa mattina il programma di educazione ambientale e alla raccolta differenziata “Compost Goal”, nell’ambito del più ampio progetto promosso da Comune e Salerno Pulita sulle bioplastiche compostabili e cofinanziato da Biorepack.

Allo spettacolo, messo in scena alle 9,30 e replicato alle 11,30, hanno partecipato gli alunni di 27 classi degli istituti San Tommaso d’Aquino, Giovanni Paolo II, Medaglie d’Oro, Alfano I/Quasimodo, Matteo Mari e Monterisi. Una rappresentanza delle 62 classi che hanno aderito al progetto e che ha coinvolto circa 1.240 ragazzi attraverso l’accesso ad una piattaforma virtuale e con incontri tenuti da esperti animatori per approfondire argomenti relativi alla raccolta differenziata e alle bioplastiche compostabili.

L’evento di questa mattina è stato anche l’occasione per premiare le scuole che hanno aderito al progetto. L’assessore all’Ambiente Massimiliano Natella e l’amministratore unico di Salerno Pulita, Vincenzo Bennet, hanno consegnato ai dirigenti dei sei istituti cittadini i bonifici di 300 euro ciascuno per l’acquisto di attrezzature scolastiche.

«Quest’anno abbiamo potuto finalmente riprendere i progetti in presenza nelle scuole, sospesi negli anni scorsi per il Covid. La sensibilizzazione dei nostri ragazzi, a partire dai più piccoli, al rispetto dell’ambiente e della raccolta differenziata – ha detto Bennet – è un dovere contrattuale, a cui adempiamo con piacere, con l’obiettivo di contribuire alla creazione di una coscienza civica dei futuri cittadini anche con il coinvolgimento delle famiglie».

Leggi anche