Skip to content

“Ciak si Gira!”, il grande schermo incontra le meraviglie del Cilento e degli Alburni grazie alla Fondazione Monte Pruno

Presentazione del progetto al Ministero dei Beni Culturali a Roma
“Ciak si Gira!”, il grande schermo incontra le meraviglie del Cilento e degli Alburni grazie alla Fondazione Monte Pruno

Il prossimo 5 dicembre, alle 14:30, la Sala Spadolini del Ministero dei Beni Culturali a Roma (via del Collegio Romano, 27) sarà il palcoscenico di un evento che si pone l’ardito obiettivo di trasformare la zona del Cilento e degli Alburni in una perla cinematografica non più nascosta. “Ciak si Gira!” è più di un semplice evento: è un inno alla scoperta delle potenzialità del cineturismo, mettendo in risalto un angolo affascinante e poco esplorato dal punto di vista cinematografico, ma ricco di tesori inesplorati ai più. Nonostante l’immensa bellezza naturale e architettonica che caratterizza la zona, il Cilento e gli Alburni hanno ricevuto scarsa attenzione da parte dell’industria cinematografica. In Italia un turista su quattro finisce su un set cinematografico per visitarlo, ma il potenziale del Cilento e degli Alburni in tal senso sembra ancora in gran parte inesplorato. Questo progetto, concepito da dLive Media e Fondazione Monte Pruno, è una vera e propria dichiarazione d’amore a una zona che merita di brillare sul grande schermo.

Il progetto nasce proprio dalla volontà della Fondazione Monte Pruno di dare concretezza ad una serie di azioni già promosse anche in collaborazione con la BCC Monte Pruno, che puntano a dare centralità ed attenzione alle aree interne attraverso la valorizzazione del fattore “cineturismo”.

L’evento di presentazione a Roma si preannuncia come un pomeriggio interessante e denso di significato. Ad aprire la presentazione del progetto nella Capitale sarà il direttore di dLive Media, Roberto Vargiu, affiancato dal Presidente della Fondazione Monte Pruno Michele Albanese e dal Direttore della stessa Antonio Mastrandrea. Saranno presenti anche rappresentanti istituzionali, personalità del mondo cinematografico e accademico, contribuendo così a creare un dialogo costruttivo e stimolante che metta in luce il potenziale inespresso di queste zone. L’evento vede anche il patrocinio del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni.

I protagonisti del docufilm di saranno due volti noti del cinema e della tv: gli attori Simone Montedoro e Bianca Nappi. Alla regia e alla fotografia, due maestri del loro mestiere, Elio di Pace e Guglielmo Lipari, daranno vita a un’opera destinata a catturare l’essenza unica di queste terre. Il film, previsto per essere girato tra marzo e aprile del 2024, promette di essere un viaggio cinematografico attraverso paesaggi mozzafiato e architetture suggestive, un viaggio che trasporterà lo spettatore in un mondo di emozioni autentiche.

“Ciak si Gira!” non è solo un progetto cinematografico, ma un viaggio di scoperta di una zona della Provincia di Salerno ricca di storia, cultura e bellezza paesaggistica. In un’epoca in cui il turismo e il cinema possono convergere in un connubio vincente, questo progetto si erge come ambasciatore di un territorio straordinario, pronto a svelare al mondo le sue meraviglie nascoste.

Con particolare emozione – ha dichiarato il Presidente della Fondazione Monte Pruno Michele Albaneseci apprestiamo a dar vita a qualcosa di stupendo. Abbiamo annunciato la nostra volontà di impegnarci per le aree interne e questo rappresenta un altro passo concreto verso questa nostra idea che sta diventando realtà. Sarà molto ambizioso come progetto, ma solo puntando in alto possiamo realizzare grandi cose. Alcuni comuni delle aree interne diventeranno un set cinematografico con l’obiettivo di accendere i riflettori e portare questo lavoro negli ambienti più importanti del cinema, sperando di suscitare qualche interesse importante come accaduto per altri luoghi poi diventati famosi. Da Roma partirà qualcosa che auspichiamo possa essere davvero straordinario per le aree interne dove operiamo”.

Leggi anche