Skip to content

Tra riflessione e risate, a Nocera Inferiore al via “L’Essere & L’Umano”

L'ottava edizione vede in cartellone sette spettacoli
Tra riflessione e risate, a Nocera Inferiore al via “L’Essere & L’Umano”

Parte la stagione 2023/2024 de “L’Essere & L’Umano“, rassegna di Artenauta Teatro, un concept project di 7 spettacoli, più l’apripista del 2 dicembre che vedrà sul palco nocerino Peppe Lanzetta e Raiz protagonisti di un’anteprima nazionale. Il tema dell’amore e della sua trasformazione antropologica nel metaverso, la riflessione sul lavoro, la condizione dei carcerati, il linguaggio della musica come megafono per la difesa dei diritti civili contro le dittature nel mondo. Sono questi alcuni dei cuori tematici del progetto culturale ideato dalla direttrice artistica e regista Simona Tortora, con l’organizzazione di Giuseppe Citarella e il patrocinio del Comune di Nocera Inferiore. Tutti gli spettacoli della rassegna “L’Essere & L’Umano” si terranno alle ore 20:45, al Teatro Comunale Diana di Nocera Inferiore.

Il programma completo della rassegna teatrale nocerina

Si parte il 19 gennaio con Daniele Sepe ensemble e il concerto/performance “Conosci Victor Jara?”. Si prosegue il 2 febbraio con “Fine pena ora”, una corrispondenza lunga 34 anni fra un ergastolano e il giudice che l’ha condannato; adattamento e regia Simone Schinocca, con Salvatore D’Onofrio, Costanza Maria Frola, Giuseppe Nitti. Il 18 febbraio tocca a “Tonno e carciofini-una storia di wrestling” (Menzione Speciale Premio Scenario), di e con Silvio Impegnoso, Ludovico Röhl, Alessandro Sesti. Il 22 marzo la rassegna nocerina torna con “Solo quando lavoro sono felice”, di e con Lorenzo Maragoni e Niccolò Fettarappa. Il 18 aprile va in scena “Meno di due”, scritto e diretto da Francesco Lagi, con Anna Bellato, Francesco Colella, Leonardo Maddalena. La rassegna chiude con due opere teatrali prodotte dalla Compagnia Artenauta Teatro. Il 10 maggio il pubblico potrà tornare al grande classico de “Le troiane” e il 24 maggio va in scena la grande ironia di Woody Allen che accompagnerà il testo drammaturgico di Simona Tortora intitolato “Ernesto”.

L’anteprima del 2 dicembre che anticipa la rassegna

La rassegna – in partenza a gennaio 2024 – verrà anticipata da una “soglia” artistica, un’apripista che si terrà il 2 dicembre con l’anteprima nazionale “Omaggio a Lenny Bruce”, spettacolo dal tono potente, che vedrà protagonisti Peppe Lanzetta e Raiz. L’attore, comico e scrittore partenopeo sarà accompagnato sul palco da due musicisti chiave della scena jazz italiana, il virtuoso Aldo Vigorito al contrabasso e i fiati (sax) di Stefano Giuliano, già direttore della prestigiosa Salerno Jazz Orchestra. Ospite e controparte, la voce di Raiz, già leader degli Almamegretta.

La conferenza stampa di presentazione della rassegna teatrale

La conferenza di presentazione dell’ottava edizione della rassegna teatrale

Nel corso della conferenza stampa di presentazione Giuseppe Citarella che si occupa dell’organizzazione ha spiegato che «giunti all’ottava edizione, Artenauta conferma la sua attenzione alla ricerca di spettacoli di qualità. Nel manifesto compare un 8 che, visto da altre prospettive, rimanda all’infinito. L’infinito di emozioni che albergano nell’animo umano e che il teatro, gli attori e gli artisti, ricercano continuamente». Il sindaco di Nocera Inferiore Paolo De Maio si è detto entusiasta: «L’amministrazione comunale rinnova, con il patrocinio morale, il suo sostegno all’Associazione Artenauta e alla sua proposta artistico-teatrale per la città, ritenendola un qualificato punto di riferimento per la crescita culturale del territorio. Il contributo di Artenauta è un tassello fondamentale che va ad unirsi alle tante altre proposte culturali messe in campo nell’ultimo anno e mezzo di sindacato». A fargli eco l’assessore alla Cultura Federica Fortino: «Siamo felici di partecipare come amministrazione anche quest’anno alla rassegna “L’Essere & L’Umano”, un appuntamento cresciuto negli anni, oggi atteso e riconosciuto per il suo alto valore artistico, che amplia l’offerta culturale per la città».

Leggi anche