Ventiseimila euro per vestire i vigili urbani 

È la somma spesa dal Comune di Agropoli in due anni per divise e scarpe destinate ai sedici agenti 

AGROPOLI. Quanto ci costi, cara Polizia Municipale. Vestire un solo vigile urbano, nella doppia versione estiva e invernale, ha un prezzo per il comune di Agropoli pari a 1.200 euro circa per i 16 vigili in pianta organica. Non sembra, sfugge alle domande della curiosità quotidiana, ma l’ente negli ultimi due anni, 2021 incluso, ha speso 26mila euro, comprensivi di iva, per la sola “estetica” degli agenti del comando di piazza della Repubblica, coordinato dallo scorso settembre dal maggiore Sergio Cauceglia. Nello specifico, 13mila e 114 euro, iva esclusa, per le uniformi del personale. Impegno di spesa con determina del 16 novembre 2020, firmata dal precedente comandante Carmine Di Biasi. Acconto versato di 5mila e 900 euro, inserito nel capitolo di bilancio 2020, e i restanti circa 10mila, nel bilancio di previsione dell’anno in corso, messi a determina di liquidazione per il saldo della fattura presentata dalla "Sartoria Filippo Panzera" sas di Fabrizio Vittiglio, con sede legale a Caserta. Le calzature costano anche di più, in proporzione. Diecimila euro in due anni. Liquidati 3mila e 350 euro più iva a “Calzature Luongo” di San Giovanni a Piro. Importo versato per 34 paia di scarpe, 17 estive e altrettante invernali, tipo polacchino tecnico unisex, nel 2019. Più salato il conto del 2021. Stessa ditta, stesse scarpe. Numero ridotto di 2 unità e fattura maggiorata di oltre mille euro per un totale, iva compresa, di 5mila e 973 euro. Quasi 30mila euro, messi a bilancio e registrati nelle spese previste dalla normativa, solo per “vestire” gli agenti della Municipale. Trattasi dell'organo dell’ente locale che contribuisce ad assicurare il controllo del territorio. Gioca, quindi, un ruolo chiave nel garantire la presenza territoriale della stessa amministrazione. In particolare sul mantenimento dell'ordine pubblico, sulla gestione della sicurezza urbana e stradale, sul commercio cittadino, sul controllo delle autorizzazioni e sulla repressione dell'abusivismo in collaborazione con le altre forze dell’ordine. Outfit escluso, per adempiere in modo efficiente a tutte queste funzioni, il Comune deve affrontare una serie di spese di diversa natura: beni necessari alle attività, come a esempio le volanti per le pattuglie, e costi per la manutenzione, la ristrutturazione e la realizzazione degli uffici. (cl,pr.)
©RIPRODUZIONE RISERVATA.