TERREMOTI

Una scossa a settimana e i salernitani tremano

Dall’inizio del 2019 in provincia ben 53 episodi. L’ultimo a Capaccio Paestum

SALERNO - Martedì scorso, alle 16 e 25, un terremoto si è verificato nel golfo di Salerno, venti chilometri al largo di Capaccio. La scossa è stata avvertita pure nelle province di Napoli e Avellino. I sismografi hanno calcolato una forza di magnitudo 3,4. Gli effetti concreti si sono fermati al grado 3 (su 10) della Scala Mercalli. Poco o niente. La scarica di energia è stata dignitosa, ma non è l’unica né la più alta sprigionata quest’anno dall’area salernitana.

La mappa del sisma. Dall’inizio dell’anno cinquantatré terremoti hanno punteggiato il quadrante meridionale della provincia, secondo le informazioni contenute nel database dell’Ingv (Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia). Le “zone” indicano orientativamente il teatro di un episodio, ma non coincidono con i relativi nuclei abitati. Due pagine diverse del portale dell’Ingv, per esempio, attribuiscono uno stesso terremoto a Cicerale e Orria: ne ne deduce che l’epicentro è localizzato nella parete montuosa circostante.

Alfonso Schiavino

L'ARTICOLO COMPLETO SUL GIORNALE IN EDICOLA OGGI