IL CASO

Tratta degli schiavi, ci sono 46 indagati a Eboli

Gli stranieri pagavano da 5mila a 12 mila euro per i documenti

EBOLI - Chiuse le indagini sull’affaire dei caporali e le truffe del decreto flussi. Il procuratore aggiunto Rocco Alfano e il procuratore vicario Luca Masini hanno notificato il provvedimento a 46 indagati. Tra questi il consigliere comunale dei Dem Pasquale Infante e il caporale Amezghal Hassan, di Eboli, detto “Hassan apposto”: il riferimento degli immigrati nella Piane del Sele, l’intermediario abusivo che procacciava – secondo la procura – i contratti fasulli per far arrivare i braccianti agricoli in Italia dietro il pagamento di laute commissioni che oscillavano dai 5mila ai 12mila euro a persona.

Massimiliano Lanzotto

L'ARTICOLO COMPLETO SUL GIORNALE IN EDICOLA OGGI