IL FATTO

Tragedia a Campagna, bimba muore soffocata da un wurstel

La piccola di due anni è morta all'ospedale di Eboli

I colpi di tosse e il respiro affannoso, il volto cianotico e poi la morte. Ha lottato a lungo la piccola Ilaria (nome di fantasia) ma non si è salvata. Un pezzo di wurstel gli è andato di traverso. Le ha ostruito le vie respiratorie, fino a ucciderla. Ilaria aveva due anni, è deceduta ieri pomeriggio in ospedale. I genitori hanno chiesto l’intervento del 118. L’attesa dell’ambulanza è stata lunga. Caricata la bimba in auto, i genitori si sono precipitati verso l’ospedale di Eboli. Lungo la strada hanno incontrato l’ambulanza che dal Quadrivio si dirigeva nel centro storico di Campagna. La piccola è stata affidata ai sanitari. La corsa in ospedale è durata pochi minuti.
E’ stato tutto inutile. Ilaria è morta tra le braccia dei rianimatori ebolitani che per mezz’ora hanno tentato di farle ripartire il cuore. Quel wurstel maledetto non si è spostato, l’aria ai polmoni non è arrivata. La bimba ha tossito, ha pianto, ha chiesto aiuto. Ma si è arresa al suo destino atroce.
Alle lacrime dei genitori si sono aggiunte quelle dei medici. Hanno tentato il tutto per tutto, i camici bianchi. Ilaria non ha riaperto gli occhi, il colore del volto non è cambiato. Troppo grande quel boccone.
La piccola Ilaria, boccoli d’oro e sorriso dolcissimo, si è spenta nella tardo pomeriggio del venerdì santo. Giorno di passione, per i credenti. Venerdì tragico, per la famiglia che vive a Campagna. Il papà di Ilaria è del posto, la mamma è di Eboli. Lei fa l’avvocato, lui collabora nello studio legale. «Il nonno della piccola ha lavorato qui con noi, è stato trent’anni in ospedale» raccontano medici e infermieri.