LOTTA ALL'INQUINAMENTO

Traffico illegale di rifiuti nel Vallo di Diano: 8 denunciati

Continuano i controlli dei carabinieri per tutelare l'ambiente

SALA CONSILINA - Lotta al trasporto e allo smaltimento illecito di rifiuti nel Vallo di Diano. I carabinieri di Sala Consilina, diretti dal Capitano Davide Acquaviva, hanno denunciato 4 uomini, rispettivamente due italiani e due rumeni, per attività di gestione non autorizzata e deposito incontrollato di rifiuti.

I militari di Montesano sulla Marcellana, invece, hanno sorpreso rumeno alla guida di un camion carico di rifiuti speciali pericolosi. L’uomo è risultato non idoneo al trasporto della spazzatura e sprovvisto di qualsiasi utorizzazione. Gli accertamenti hanno permesso di risalire alla provenienza dei rifiuti (bidoni di olii minerali, elettrodomestici, bombole di gas e azoto, pneumatici, pezzi di carrozzeria e autoricambi), caricati in Basilicata e diretti nell’hinterland vesuviano.

A Sassano, invece, i carabinieri hanno denunciato un titolare di un’autofficina per aver depositato al suolo scarti della lavorazione meccanica, batterie ed accumulatori elettrici e filtri vari, considerati rifiuti speciali pericolosi. I militari di Padula, infine, hanno denunciato due uomini del posto per aver accumulato, in un terreno agricolo, in località San Leonardo, rifiuti speciali e anche pericolosi. In questo caso è stata sottoposta sequestro l’area di circa un ettaro. Nel corso dei controlli sono state elevate sanzioni per circa 10mila euro.