I FINANZIAMENTI

Strade e scuole, pioggia di fondi regionali per il Salernitano

Presentato il Piano da 533 milioni per la viabilità

SALERNO - Strade, edilizia scolastica, iniziative culturali: la Regione finanzia decine di progetti in provincia di Salerno.

Bando strade. Ieri a Palazzo Santa Lucia presentato il Bando Strade: 533 milioni di euro per progetti di viabilità in tutte le province campane: le 285 istanze ammesse coinvolgono 270 enti. «È stato fatto un lavoro immane – dichiara il governatore Vincenzo De Luca – Il Piano strade dà risposte ai Comuni che attendevano da tanto tempo risorse per poter intervenire sulle loro arterie stradali». Questi alcuni tra i progetti salernitani: messa in sicurezza e ripristino Sp13 nel tratto compreso in cui attraversa Monteforte Cilento, Magliano Vetere e Stio (3 milioni); realizzazione strada intercomunale Salvitelle-Buccino di completamento Sp 427-tratto innesto Sr 94-b Salvitelle-Braida a Salvitelle (2,3 milioni); messa in sicurezza ex Ss19-Pip Mezzaniello-via Barca-via Deserte-via Viscigliete a Sala Consilina (3 milioni); adeguamento e messa in sicurezza strada provinciale 11b, 410 e strada statale 166 ad Albanella (3 milioni); Ricolleghiamoci all’Agro di San Valentino Torio (2,9 milioni); strade provinciali Sp17a, Sp17b, Sp19, Sp58, Sp62 a Celle di Bulgheria, Roccagloriosa e Torre Orsaia (3 milioni); Piano insediamenti produttivi a Sarno (7,5 milioni); adeguamento e messa in sicurezza delle Sr488 tratto Stio-Vallo della Lucania (3 milioni); manutenzione straordinaria e messa in sicurezza della viabilità provinciale e comunale a Mercato San Severino (5,1 milioni); rotatoria uscita autostrada A3 a Nocera Inferiore (4,4 milioni); collegamento strada ex Ss488 agglomerato urbano di Castel San Lorenzo con Ss166 e variante al centro urbano (3 milioni); viabilità verso la linea ferroviaria e autostradale- miglioramento delle condizioni di funzionalità e sicurezza nei comuni di Bracigliano, Siano e Castel San Giorgio (3 milioni); messa in sicurezza e ripristino strade provinciali ricadenti nei territori comunali di Piaggine, Sacco e Laurino (3 milioni); Pip di via Sant’Antonio Abate a Scafati, progetto di urbanizzazione primaria (6,8 milioni); adeguamento e manutenzione straordinaria della strada comunale di San Giovanni a Piro (3 milioni); riqualificazione viabilità in via De Gasperi, via Nazionale, via Mangioni, via Sant’Anna e via Fusco a Pagani (2,9 milioni); messa in sicurezza e sistemazione piani viabili aree limitrofe allo stadio comunale “Lamberti” di Cava de’ Tirreni (999.518 euro); sistemazione, adeguamento e ripristino funzionale di viabilità esistente Sp416 tratto Cioffi- Aversana a Eboli (999.350 euro); messa in sicurezza da frane e rischio idraulico della rete stradale intercomunale composta da Sp439, Sp186, strada comunale Mortellito a Bellosguardo (3 milioni); collegamento viario Rione Petrosino-via fratelli Magnone a Salerno (2,4 milioni); adeguamento e messa in sicurezza della viabilità intercomunale tra i comuni di Stella Cilento- Casal Velino-Pollica-Omignano- Sessa Cilento-Lustra (3 milioni); messa in sicurezza della Sp12 interessata da caduta massi da un costone roccioso nel tratto Castelcivita-bivio San Vito nel comune di Aquara (4,8 milioni); riqualificazione strada consortile Talamo nell’area Asi di Salerno (2,3 milioni); riqualificazione strade consortili via Felice, via Leonzio e via Gracco nell’area Asi di Salerno (4,4 milioni); miglioramento dell’efficienza delle strade provinciali che collegano i comuni di Tramonti, Maiori, Sant’Egidio e Corbara (3 milioni).

Edilizia scolastica. Un decreto dirigenziale dà atto dell’avvenuta modifica degli «errori macroscopici rilevati negli allegati» di un precedente provvedimento, relativo ai progetti di edilizia scolastica presentati dai Comuni. Tra le tante istanze ammissibili e candidabili, anche i lavori di adeguamento sismico per il plesso scolastico Nicola Abbagnano di Salerno (1,3 milioni); a Battipaglia la demolizione dell’edificio scolastico Kennedy e la ricostruzione del nuovo edificio in altro sito (5,5 milioni).

Giovanni Volpe