IL SUMMIT

Sanità, il primo round a De Luca: tre mesi da commissario

Conti in ordine e Lea positivi: tra un mese il piano per l’edilizia ospedaliera

ROMA - Per il momento non “sussistono le condizioni per l'uscita dal commissariamento della sanità in Campania”. A giugno, però, potrebbe essere dato il tanto atteso via libera, mentre entro maggio è sicuro il nulla osta per il piano d’edilizia ospedaliera. Nel frattempo passa il Piano ospedaliero e la certificazione dell’avanzamento dei Lea a quota 153. È quanto stabilito dal tavolo di monitoraggio congiunto tra il ministero dell’Economia e il ministero della Salute sui piani di rientro presentati dalla Regione. Incontro nel corso del quale sono stati verificati gli adempimenti finanziari e i livelli essenziali di assistenza in Campania. «Nel corso della riunione i ministeri della Salute e dell'Economia – fanno sapere da Santa Lucia - hanno confermato e formalizzato l’approvazione del nuovo Piano ospedaliero. È stato confermato inoltre l’equilibrio finanziario raggiunto dalla sanità campana e il superamento della soglia prevista per i Lea, che sarà formalizzato, sul 2018, come accade per ogni annualità, al termine del primo semestre di quest’anno». «C’è soddisfazione – evidenzia Enrico Coscioni, consigliere per la sanità del governatore Vincenzo De Luca - per aver raggiunto degli obiettivi precisi, cosa che non era scontato. Abbiamo notevole innalzato i Lea, di quasi 50 punti dal 2015 al 2017 e abbiamo anche certificato il pareggio di bilancio. I rappresentanti del Mef, hanno chiesto la produzione di un documento unico che metta insieme la programmazione ospedaliera e la rete territoriale di medicina». Nella sostanza, dunque, la conferma del commissarimento - a fronte dei conti in ordine e agli obiettivi raggiunti per quanto riguarda i Lea – sembra più essere un “contentino” tecnico della Lega all’alleato “grillino” - ministro della Salute Giulia Grillo inclusa - che sarà risolto di fatto a giugno, quando arriverà la certificazione dei risultati.

Gaetano de Stefano