IL CASO

San Giovanni a Piro, «Piazza a Vassallo? Prima tocca agli altri»

Palazzo nega di intitolare uno slargo al sindaco ucciso: «Ci sono personaggi locali parimenti illustri»

SAN GIOVANNI A PIRO - Ai consiglieri di minoranza che avevano chiesto alla giunta comunale di intitolare il piazzale del porto di Scario alla memoria di Angelo Vassallo, il Sindaco Pescatore ucciso ad Acciaroli il 5 settembre 2010 con nove colpi di pistola, arriva secca la risposta del sindaco Ferdinando Palazzo , rischiando di far diventare la questione un caso politico. «Nonostante l’amministrazione che rappresento provi profondo dolore per la tragica scomparsa del collega sindaco Angelo Vassallo e nonostante la vicinanza che lega la nostra comunità a quella di Pollica, si ritiene che ci siano personaggi locali parimenti illustri e meritevoli che - per quanto si sono spesi per il nostro Comune - abbiano pieno diritto - prima di altri alla intitolazione di piazze e strade del nostro territorio».

È la risposta di Palazzo ai consiglieri di minoranza del gruppo “Liberi di Scegliere”. Con un’interrogazione, i consiglieri Alberico Sorrentino , Sandro Paladino , Elisa D’Andrea e Antonio Di Mauro avevano chiesto al sindaco e alla giunta di intitolare al sindaco di Pollica il piazzale del porto del borgo marinaro. Avevano motivato la richiesta ricordando «l’impegno del sindaco di Pollica a difesa del mare e dell’ambiente, principi portati avanti dalla Fondazione sorta in sua memoria e guidata dai fratelli Dario e Massimo Vassallo ed infine richiamando l’articolo 9 della Costituzione secondo il quale “la Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica. Tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione”». L’istanza è del 2 giugno, con un motivo ben preciso da parte dei consiglieri: «Il senso della nostra Repubblica - spiegano - è intriso nel sangue di chi per essa ha dato la vita ed è per questo motivo che oggi vogliamo festeggiare la ricorrenza del 2 giugno, festa nazionale, mediante la richiesta di intitolazione del piazzale del porto di Scario ad Angelo Vassallo». Il sindaco Palazzo ha anche precisato che sarà diffusa in giornata una nota che ne chiarirà i motivi.

«Con questa risposta l’amministrazione di San Giovanni a Piro ha fatto la sua scelta, posizionandosi in contrapposizione all’azione della Fondazione», commenta Dario Vassallo, presidente della Fondazione intitolata al fratello. «D’altronde Palazzo fa rima con Coppola, due sindaci, entrambi del Partito Democratico che decidono da che parte stare. Ciò dimostra come la pensa il Pd in Campania a distanza di dieci anni. È grave:documentano entrambi, con un video e con una risposta scritta, la loro posizione. Sono segnali che restano nella storia», conclude Dario Vassallo. «Intitolare il piazzale del porto di Scario ad Angelo Vassallo significherebbe ergere un ulteriore simbolo della legalità in un luogo dove regna il “caos” ed attenzionato dalle “mafie”, che dovrebbe costituire fonte di ricchezza per un’intera comunità e non un oligopolio per pochi eletti», aveva detto il capogruppo dell’opposizione Sorrentino.

Marianna Vallone