IL CASO

Salerno, tolti i cartelli pro-carabinieri per l’arresto di un pusher

Sconosciuti fanno sparire i manifesti di ringraziamento dei residenti ai militari

SALERNO - Sconosciuti fanno sparire i manifesti di ringraziamento dei residenti ai carabinieri per aver liberato l’area da spacciatori e consumatori di droghe, ma poche ore dopo vengono sostituiti da quelli dell’articolo de la Città sul blitz. Dopo l’operazione antidroga al porticciolo di Pastena e nella spiaggetta limitrofa con decine di giovani controllati e un arresto per cessione di crack (ieri è arrivata la convalida con la conferma del carcere), i residenti della zona avevano affisso cartelli sui quali era scritto: “Area tornata libera e vivibile grazie ai carabinieri di Salerno”. Ieri mattina, però, tutti i manifesti erano stati fatti sparire, tranne uno messo in una posizione meno visibile. Probabilmente, chi ha agito lo ha fatto la sera precedente, quando arrivato sul posto non ha trovato chi vendeva la “roba” e, come gesto di sfida, ha tolto i manifestini dei residenti. Ieri mattina, però, i cittadini hanno affisso la fotocopia dell’articolo de la Città dedicato proprio ai cartelli di ringraziamento ai carabinieri con tanto di foto, a testimoniare che è ferma la loro intenzione di conservare quell’area “tornata libera e vivibile” così come è ora.