IL CASO

Salerno, tentano la truffa dello specchietto ma vengono fermati dalla Polizia

Chiedevano 150 euro ad un ignaro automobilista

SALERNO – Volevano mettere a segno l’ennesima truffa “dello specchietto”, ma si sono trovati davanti glia agenti della Polizia di Salerno. Il tutto è accaduto in via Moscati, dove l’equipaggio di una volante ha notato due uomini dal fare sospetto che parlavano con un automobilista fermo lungo il ciglio della strada.

Gli agenti hanno quindi fermato e controllato i due, appurando che stavano cercando di raggirare l’autista, chiedendogli 300 euro come risarcimento per un fantomatico danneggiamento dello specchietto della loro auto, per chiudere la vicenda in maniera “amichevole” senza ricorrere alle coperture assicurative. Nel corso della discussione con la loro vittima, pur di convincerlo a farsi consegnare il denaro, avevano dimezzato le loro pretese chiedendo solo 150 euro.

L’ignara vittima, in buona fede, ha raccontato ai poliziotti di aver effettivamente sentito un forte rumore mentre sorpassava l’auto dei due uomini, ferma in sosta, quindi solo l’intervento degli uomini in divisa ha scongiurato il compimento della truffa.

I due autori del tentato raggiro sono stati identificati per Z.S. di anni 28 e I.U. di anni 35, entrambi originari della provincia di Napoli, con numerosi precedenti specifici. Per loro è scattata la denuncia per tentata truffa. A loro carico è scattato anche il divieto di ritorno nel comune di Salerno.