IL FATTO

Salerno Pulita nel mirino: «Devono lavare le strade»

Dopo il reclamo e la censura del Comune, il comitato Centro Storico rincara la dose

SALERNO - Impugnano di nuovo il “contratto di servizio” per puntare il dito contro un servizio che non viene ritenuto all’altezza di quanto stipulato nero su bianco. Gli attivisti del Comitato Centro Storico alzano di nuovo la voce. E, nuovamente, a finire nel mirino è Salerno Pulita, la municipalizzata che si occupa del servizio di raccolta dei rifiuti in città “censurata” proprio dopo un esposto presentato al Comune di Salerno dai rappresentanti del comitato di quartiere. Questa volta a suscitare l’intervento social è la pulizia delle strade che, secondo quanto denunciato dagli attivisti, risulta essere carente rispetto a quanto stipulato nell’accordo fra la società partecipata e l’amministrazione comunale: «Con maggio inizia, secondo il contratto di Salerno Pulita, la stagione dei lavaggi strade, ben due a settimana in ogni strada cittadina già oggetto di spazzamento», si legge in un messaggio pubblicato su Facebook dove viene allegato anche il passaggio del contratto di servizio che riporta i servizi da effettuare da parte di Salerno Pulita.

«Le strade del centro storico ne hanno un gran bisogno, specialmente vicoli e vicoletti attorno alla movida che frequentemente vengono usati come urinatoi, e con l’inizio del caldo l’odore sgradevole si fa sentire. Per fortuna le ultime piogge hanno alleviato la situazione. Pure i cestini della spazzatura avrebbero un gran bisogno di essere lavati. Staremo a vedere se in questo secondo anno di contratto la società si è organizzata per svolgere realmente i servizi di cui il centro storico ha bisogno e ai quali è contrattualmente obbligata», la conclusione del messaggio. Si ripete, dunque, quanto si è verificato qualche mese fa. Sui social, infatti, gli attivisti del Comitato Centro Storico avevano evidenziato - anche grazie ad alcune fotografie - le carenze del servizio di raccolta rifiuti nella parte più antica della città oltre alle mancanze anche riguardo la pulizia delle strade.

Documentazione che è finita in un esposto consegnato all’amministrazione comunale che, dopo aver analizzato il report elaborato dagli attivisti del comitato, ha censurato l’operato di Salerno Pulita. «Il Comune ha confermato la validità del nostro reclamo sulle mancanze nel servizio di Salerno Pulita. Il reclamo formale inviato con l’appoggio dei tanti cittadini che l’hanno sottoscritto, nel quale abbiamo evidenziato le gravi inadempienze nel servizio effettuato da Salerno Pulita rispetto a quanto previsto dal contratto, è stato accolto dal Comune di Salerno», evidenziarono gli attivisti dopo la risposta arrivata direttamente dagli uffici Ambiente. Non è da escludere, dunque, che in caso di mancato intervento si possa procedere con un’altra istanza.